Login

Benvenuto! Effettua l'accesso oppure registrati.

Inserisci il nome utente, la password e la durata della sessione.

Seleziona la lingua:

Rubriche



* Grafica

*

Autore Topic: SABATO 10 DICEMBRE 2011 LA CONSEGNA DEL PREMIO "THOMAS DEMPSTER"  (Letto 4151 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Francesco Urso

  • Amministratore
  • *
  • Post: 668
  • Ringraziamenti: +8/-0
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • www.libreriaeditriceurso.com
Mi piace condividere con tutti voi
 questo comunicato stampa che mi arriva da Pisa,
 assieme a tante belle emozioni.
E' la prima volta che viene colto pubblicamente
 il ruolo del mio agire sociale e in forma democratica
nel campo della promozione culturale nel territorio.
Mi fa piacere che ciò accada nei modi
che il corso delle cose ha generato nella sua autenticità di valori.
Né poteva essere diverso per me e per le persone coinvolte.
Nel mezzo a questa storia ci sono io, ci sono loro, gli amici di Pisa,
e ci siete tutti voi, che assieme a me condividete da tempo tutto questo,
anche se sparsi negli angoli più lontani.
Francesco Urso

GRUPPO CULTURALE "IPPOLITO ROSELLINI"
Associazione di Promozione Sociale

Via Lucchese 41 - 56123 Pisa - tel.050551285



comunicato stampa

SABATO 10 DICEMBRE 2011 LA CONSEGNA DEL PREMIO "THOMAS DEMPSTER" GIUNTO ALLA XVI EDIZIONE

Sabato 10 dicembre, in occasione della Giornata Mondiale dei Diritti Umani, si terrà la cerimonia di premiazione del Premio "Thomas Dempster", XVI edizione. Il Premio, creato dal Gruppo Culturale "Ippolito Rosellini", viene annualmente attribuito a quanti, singoli o associazioni, operano per la tutela e la valorizzazione del Patrimonio e per la diffusione della cultura sul territorio nazionale. Quest'anno il Premio "Thomas Dempster" viene conferito alla Libreria Editrice Urso di Avola, provincia di Siracusa. Per vari decenni questa istituzione, diretta da Francesco Urso con la collaborazione dei familiari e degli amici, è stata un vero e proprio faro della cultura, uno spazio aperto a tutte le suggestioni culturali possibili: dal libero pensiero alle tradizioni religiose. L'azione della Libreria Urso, di forte ispirazione democratica e di grande impegno sociale, non è rimasta circoscritta alla sua realtà provinciale o regionale ma si è allargata ad investire tutto il territorio nazionale con la creazione di esperienze di incontro e di crescita come il Forum dei cammini europei del pellegrino e tante altre iniziative di altissimo livello culturale.
Sarà la Domus Mazziniana rinnovata ad ospitare la cerimonia di premiazione, grazie alla disponibilità del suo Direttore Prof. Pietro Finelli; la cerimonia avrà inizio alle ore 16.30 e si aprirà con il saluto del Prof. Giovanni Ranieri Fascetti, presidente del Gruppo "Rosellini", Lucia Bonanni illustrerà la straordinaria realtà culturale della Libreria Editrice Urso; infine le madrine del Premio, la Prof. Maria Giovanna Cantagalli e l'attrice Maria Beatrice Del Lupo Trenta, consegneranno a Marco Urso il diploma. L'ingresso è libero.


il Presidente

Prof. Giovanni Ranieri Fascetti


PER SAPERNE DI PIU’:

Ippolito Rosellini (Pisa, 13 agosto 1800 – Pisa, 4 giugno 1843) è stato un egittologo italiano. È considerato unanimemente padre fondatore dell'egittologia italiana...
CONTINUA

La Giornata Mondiale dei Diritti Umani è una celebrazione sovranazionale che si celebra in tutto il mondo il 10 dicembre di tutti gli anni. La data è stata scelta per ricordare la proclamazione da parte dell'Assemblea Generale delle Nazioni Unite della Dichiarazione universale dei diritti umani, il 10 dicembre 1948...
CONTINUA

Dempster Thomas
- Storico e filologo scozzese (Cliftbog, Aberdeenshire, 1579 - Bologna 1625). Studiò a Cambridge, Parigi, Lovanio e Roma. Insegnò in varie università francesi fra cui Parigi (1608-15). Cattolico, preferì venire in Italia ove gli fu conferita una cattedra prima a Pisa, poi a Bologna (1625). Qui fu pubblicata postuma (1627) la sua Historia ecclesiastica gentis Scotorum; e in Italia comparve un secolo dopo la sua morte (1723-24) il De Etruria regali scritto nel 1615-20, che fa considerare l'autore l'iniziatore degli studi di etruscologia.
CONTINUA

Hanno ricevuto il Premio Dempster, fra gli altri:

·     Armando Barsotti, volontario dei Gruppi Archeologici d’Italia (1995)

·    Gruppo Fotoimmagine di Volterra (1996)

·     Gruppo del Castello di Lari (1997)

·     Comitato organizzatore del Presepe vivente di Equi Terme (1998)

·     Amici del Melograno, associazione lucchese di valorizzazione del Monte Pisano (1999)

·     Pierluigi Gemignani (2000) che apre il piccolo Museo di Massaciuccoli

·     La Fondazione Nosside di Locri (2001)

·     Fabio Lazzereschi (2002) che apre al pubblico, studia e valorizza il Tempio Massonico di Minerva Medica a Montefoscoli (Pisa)

·    Pro Loco di Borgo a Mozzano (2003) per aver riscoperto, schedato, ripulito le fortificazioni della “Linea Gotica”, attivando percorsi di visita guidata, significa aver salvato un patrimonio che ci appartiene, un monumento che è monito e ricordo delle sofferenze di un’Italia precipitata in una stupida guerra

·    Ferrariae Decus (2004) per la tutela del patrimonio storico e artistico della Città e Provincia di Ferrara

·   La Castellana di Gragnola (2005) per il contributo dato allo sviluppo economico di Gragnola e della Valle del Lucido

·    Mirjam Gude (2009) per il suo impegno nella salvaguardia del patrimonio di Montefoscoli, come il Tempio Pagano, costruito nel 1823 dal famoso medico Andrea Vacca' ed il museo Andrea Vacca', a lui dedicato.
Buon cammino
Francesco Urso - www.libreriaeditriceurso.com

Offline antoniodonatelli

  • Pellegrino Redattore
  • *
  • Post: 265
  • Ringraziamenti: +9/-0
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:SABATO 10 DICEMBRE 2011 LA CONSEGNA DEL PREMIO "THOMAS DEMPSTER"
« Risposta #1 il: 04 Dicembre 2011, 17:21 »
Caro Francesco,
concordo nel riconoscimento del vostro impegno, ma questo mi conforta perchè è segno che una linfa nuova si sta diramando tra le persone, anche senza farsi vedere. E' la speranza di un cammino che in tanti abbiamo intrappreso, convinti che anche piccoli gesti possono alimentare la sorgente che porta all'amore verso gli altri.
Buon cammino sempre, antonio

Offline Francesco Urso

  • Amministratore
  • *
  • Post: 668
  • Ringraziamenti: +8/-0
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • www.libreriaeditriceurso.com
Re:SABATO 10 DICEMBRE 2011 LA CONSEGNA DEL PREMIO "THOMAS DEMPSTER"
« Risposta #2 il: 08 Dicembre 2011, 12:47 »
Grazie Antonio per le tue parole, grazie per la tua vicinanza costante e continua a questo nostro Forum.
Sai, una delle cose che mi è più piaciuta nel ricevere questo premio, è stata la conferma di aver operato con attenzione nei confronti di chi crede e di chi crede di non credere... e poi, il fatto, che nel darmi il premio abbiano parlato di questo Forum nella motivazione del premio.
Infatti così motivano l'assegnazione: "Per vari decenni questa istituzione, diretta da Francesco Urso con la collaborazione dei familiari e degli amici, è stata un vero e proprio faro della cultura, uno spazio aperto a tutte le suggestioni culturali possibili: dal libero pensiero alle tradizioni religiose. L'azione della Libreria Urso, di forte ispirazione democratica e di grande impegno sociale, non è rimasta circoscritta alla sua realtà provinciale o regionale ma si è allargata ad investire tutto il territorio nazionale con la creazione di esperienze di incontro e di crescita come il Forum dei cammini europei del pellegrino e tante altre iniziative di altissimo livello culturale".
Sono orgoglioso di questo e di avere l'amicizia di persone per bene...
Non è facile a nessuno parlare di sé e di quel che si pensa e si fa. E' bello cercare di essere puliti dentro, ed essere puliti anche fuori... E poi non perdere il senso del limite. E poi, riderci sopra, anche quando verrebbe da piangere per come vanno (e non dovrebbero andare) le cose...
Ciao amico pellegrino.
P.S.
Nella foto io e Liliana.
Buon cammino
Francesco Urso - www.libreriaeditriceurso.com

Oxyuranus

  • Visitatore
Re:SABATO 10 DICEMBRE 2011 LA CONSEGNA DEL PREMIO "THOMAS DEMPSTER"
« Risposta #3 il: 10 Dicembre 2011, 16:14 »
Complimenti vivissimi!!!

Offline Francesco Urso

  • Amministratore
  • *
  • Post: 668
  • Ringraziamenti: +8/-0
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • www.libreriaeditriceurso.com
Re:SABATO 10 DICEMBRE 2011 LA CONSEGNA DEL PREMIO "THOMAS DEMPSTER"
« Risposta #4 il: 14 Dicembre 2011, 09:42 »
PER LA CULTURA
IN UNA FAMIGLIA ALLARGATA OLTRE LE MURA DI CASA
Riflessioni di Lucia Bonanni
(che il 10 dicembre 2011 a Pisa - assieme a Marco Urso - ha rappresentato
la Libreria Editrice Urso al premio "Thomas Dempster")
 
Il vostro amico è il vostro bisogno saziato.
è il campo che seminate con amore e mietete con riconoscenza.
è la vostra mensa e il vostro focolare.
poiché, affamati, vi rifugiate in lui e lo ricercate per la vostra pace…

Kahlil Gibran
I ricordi si affollano alla mente mentre sono sul treno che mi porta verso Pisa. Quasi non la riconosco questa città nella pioggia che sa di inverno. Sono abituata a vederla nello splendore dei suoi alabastri, dei suoi marmi, dei suoi mosaici, dei suoi lungarni multicolori, di quella sua torre sghemba, sorretta nelle foto dalla mano tesa del turista. Non mi sono nuove le inflessioni dell’intercalare, né i gesti che fanno eco alle parole. Mi sento in un tempo diacronico nel suo incessante fluire, ma così tanto attuale nel dipanarsi delle emozioni.

È la stessa sensazione che provo quando mi ritrovo al n. 71 di quella via Mazzini dove è situato il Memoriale omonimo che oggi ci ospita. La pioggia si fa insistente… guardo spesso l’orologio… mi scopro preoccupata… anche per quel ragazzo che stamani è arrivato dalla Sicilia.

Il sorriso del prof. Giovanni Ranieri Fascetti, però, è rassicurante e la sua stretta di mano accogliente. “E ricordate che nazione e indipendenza sono nomi vani e menzogna di vana gloria, se la nazione non è associazione di liberi, se l’indipendenza non è incarnata in ogni cittadino, trasfusa in ogni coscienza, immedesimata nel cittadino”, si legge in una scritta murale appena a destra della porta d’ingresso.
Già… nazione, indipendenza, associazione di liberi, coscienza, cittadino, non sono altro che gli ideali del nostro Risorgimento oggi così tanto disattesi; ideali racchiusi in quella moltitudine di pagine ben disposte sugli scaffali e altresì evidenziati in quel susseguirsi di date e avvenimenti che a memoria storica ornano le pareti di questa domus rinnovata. Il pubblico presente non è poi così numeroso, solo una compagine di pochi eletti, di chi presta interesse a questo evento. L’attenzione discorsiva del prof. Giovanni Ranieri Fascetti pone in evidenza la figura di Ippolito Rosellini, suo eminente concittadino, come pure quella di Thomas Dempster a cui è intitolato il Premio, nonché l’iter dello stesso Gruppo Culturale ed il suo personale a riguardo della pluriennale attività a salvaguardia e tutela del patrimonio e dei vari interventi di restauro dei beni architettonici presenti sul territorio.

Il discorso si fa ancor più incisivo allorché il prof. Giovanni Ranieri Fascetti giunge a parlare dell’editore Urso e della sua Libreria; libreria, egli dice, dove si può trovare di tutto, dove certi libri, per certi versi anche introvabili, non vengono relegati in fondo a qualche  mensola, come talvolta succede nella grande distribuzione, ma fanno bella mostra di sé e si lasciano adocchiare anche da chi è solo di passaggio. Una libreria, questa, dove il tempo scorre piacevolmente, dove protagonista è sempre il libro, cuore e teatro perenne dell’Uomo. Il testimone che mi passa il prof. Giovanni Ranieri Fascetti, e che di buon grado accetto, è il testo a cura di G. Gabrielli “Ippolito Rosellini e il suo Giornale della spedizione letteraria toscana in Egitto negli anni 1828-1829”.

Parlare degli amici non è facile cosa e così, ripensando alle belle parole di Gibran, mi sento di dire che ho avuto modo di conoscere l’editore Urso lo scorso anno in occasione del Concorso Letterario “Inchiostro e anima”, Concorso da lui ideato e curato tanto nella forma quanto nella dinamica esplicativa dei vari passaggi anche per quanto concerne la pubblicazione di una raccolta antologica. Duplice fu la motivazione che mi indusse a partecipare, l’una per la dedica ad un amico, scrittore e poeta, attore e regista, da poco scomparso (Antonio Caldarella), l’altra per  la donazione devoluta ad un Istituto di ricerca medica (AIRC).
Sempre in cammino, mai pago di esperienze, sempre lungimirante e con lo sguardo rivolto al futuro, l’editore Urso ha voluto di nuovo cimentarsi nel bando di un altro Concorso, ideato quest’anno come Libreria Editrice Urso e recante un titolo che è già di per sé tutto un programma. Così in quei “Libri di-versi in diversi libri” si rinnova la dedica ad una persona che non c’è più, una poetessa di spiccate e nobili qualità (Carmela Monteleone) e si fa di nuovo donazione di proventi a sfondo benefico (Aned), si continua a dar voce a ciò che dicono i poeti quando affermano che “la poesia è l’anima dell’uomo fatta parola” e che “la poesia vive quando è ricevuta da qualcuno”, e si mette in risalto quello che è l’obiettivo principe della Libreria stessa.

Infatti è da quel lontano dicembre del 1975 che al n. 41 nel  centralissimo Corso Garbaldi, lì, ad Avola, si dà spazio alla cultura partecipata nei suoi molteplici aspetti, perno e strumento di quella minuscola Libreria, “nata più per scommessa che con intenzioni di lunga durata”. “Al cliente di turno mi capita spesso di ricordare che non sono qui per dargli un paio di pantaloni, ma una fetta importante del patrimonio dell’umanità” è quanto dichiara lo stesso editore e non è un caso se il Concorso di quest’anno reca il titolo di “Libri di-versi in diversi libri”, poiché il punto di forza di tale iniziativa si ritrova nella pubblicazione di un libro “di-versi”, di propri versi, per ciascun partecipante selezionato a cui si aggiunge un cospicuo numero di copie per il primo classificato. A tale proposito è stata ideata anche una pagina web con lo stesso titolo al fine di creare un’agorà condivisa e condivisibile in cui gli utenti possono ritrovarsi e discutere in un confronto culturale franco e puntuale. Oltretutto la dicitura “in diversi libri” sta ad indicare la diversità della realizzazione grafica di ogni volume che sarà dato in omaggio ai poeti selezionati, a conclusione del concorso.
Tra i testi dell’Editrice Urso, oltre ai vari autori, si collocano libri specifici, riguardanti quelli che sono gli aspetti artistici e antropologici della Sicilia sud-orientale, come pure la prima fatica editoriale edita nel 1981 con all’attivo più di duemila copie vendute e che l’editore ama definire il suo best long-seller: “I fatti di Avola” di Sebastiano Burgaretta.
Nella gamma delle collane edite che pongono attenzione alle varie espressioni culturali, agli incontri e alle manifestazioni organizzate a vario titolo e con logiche diverse e sempre nuove, si annoverano tra le altre “Araba Fenice”, “Mneme”, “Iconografia”, “I quaderni dell’Orso”, “Recuperata”, “La laurea in tasca” in cui sono presenti i lavori di Lilia e Marco Urso, “Opera prima”, “Cammini”, “Euterpe”, “AsSaggi”…

Ma l’attività della Libreria Urso non si limita a quella “tana”, punto di ritrovo così caro ai bibliofili, bensì spazia dai “Mercoledì letterari” di “Avola in laboratorio”, in cui di volta in volta, l’ultimo mercoledì di ogni mese, dal 1994, si discute democraticamente su qualsivoglia argomento, senza mai una relazione iniziale (qualche volta si presentano anche libri e se ne fa un ampio dibattito); ai “Peripatetici di Eloro”, amici della Libreria che si ritrovano per la Camminata filosofica tra le rovine della città corinzia di Eloro, argomentando sui temi più disparati; al “Forum dei cammini europei del pellegrino”, diretto in rete da Francesco Urso; a “Libr’Avola”; a “Dalle otto alle otto” in occasione della festa annuale della poesia e che in marzo prossimo andrà a combaciare con la serata conclusiva del Concorso Letterario.

Già da anni addietro l’operato dell’editore Urso viene reso noto dai quotidiani quali “Avvenire” nel 2008, “Il Sole 24 ore” nel 2000, “Capital” nel 1984, “Il giornale di Sicilia” nel 1987, tra le cui pagine si riportano interviste rilasciate dall’editore insieme agli articoli redatti da persone che hanno voluto e saputo apprezzare le molteplici valenze culturali e sociali della Libreria.

Ed è Massimo Castellani, che a tal proposito scrive su “Avvenire”, che “Francesco Urso da quel dicembre caldo non ha mai abbassato le barricate ed è l’ultimo avamposto di una resistenza culturale ad Avola, dove si trova nella sua Libreria. Un’altana d’avvistamento sul Mediterraneo, che si staglia in quel centro del quadrato iscritto nella planimetria di quell’esagono”, ridisegnata dal gesuita Angelo Italia, ingegnoso urbanista, a seguito del terremoto del 1693 che non pochi danni causò alla città.

“Qui e ovunque è il libro che sceglie il lettore e non viceversa… e forse (questa) è la libreria più a Sud d’Italia a pochi km da Capo Passero.

Una libreria quasi di confine” come fa notare il “Sole 24 ore” nell’ottobre del 2000 e come continua Francesco Urso, affermando che “é dovuta diventare quasi una necessità, quasi una sorta di ultimo baluardo di civiltà e di cultura (in cui) le regole commerciali devono essere al minimo necessario e la creatività al massimo”.

Descrivere ciò che di “mitico” continua a vivere intorno alla figura dell’editore Urso, non è cosa semplice in quanto gli interessi si dispongono in un diagramma ad albero sempre più articolato e ramificato e sempre più allargato a persone e a realtà anche distanti dal territorio isolano. “Francesco Urso è un giovane appassionato che dal Sessantotto ha saputo trarre insegnamento per quanto riguarda la documentazione storico-antropologica”, riporta un articolo a riguardo dell’editoria siciliana su “Il giornale di Sicilia”.

“Ma attenzione – avverte Francesco Urso - io faccio il libraio per scelta, quando pubblico non ho una logica commerciale. Per me l’editoria è un’attività collaterale, una maniera di fare qualcosa di concreto per la mia terra, un hobby di prestigio…anche”. “Dai banchi di scuola alla strada, a piazzare la merce più difficile da piazzare su qualsiasi mercato”, i libri, ben consapevole del valore e del poter e della parola scritta, valenze, queste, che gli hanno permesso di rimanere attaccato alla sua terra, terra dalla rivolta “amara” del ‘68 e all’epoca ancora in parte da alfabetizzare.
“Questo (la libreria) è il mio posto segreto/un’oasi di passaggio/per uomini assetati/” (Arianna Rotondo, “Il mio posto”, anno 1999) che “per 50 anni ancora/ e se il destino vorrà/giusto il tempo/per crescere e imparare a capire/la storia […] mai perduta di quella libreria/ e del suo filosofo” (Carmela Monteleone, “Corso Garibaldi 41”, anno 1996) anche perché in questo viaggio della mente e dello spirito Francesco non è mai solo… da sempre in questo cammino, come in quello della loro esistenza, lo accompagna e lo segue Liliana Calabrese, anima e animatrice, voce e canto, forza e diletto, punto di riferimento ineguagliabile delle tante vicissitudini di vita e delle tante iniziative legate a quell’angolo di cultura presente lì ad Avola.
“E sarà quest’angolo di vita e di cultura a rappresentare nel terzo millennio che avanza , la storia e la civiltà di un piccolo paese dal nome sdrucciolo, posto ai piedi degli Iblei, in terra di Sicilia, luogo di questo pianeta, afferma Giovanni Stella in “Le Sirene e l’Isola” edito proprio da quella Libreria che oggi siamo a festeggiare.

“Sono nato e cresciuto in quella libreria, una libreria che sa di polvere e dove si sente il profumo antico dei libri. Devo ringraziare mio padre che mi ha avvicinato alla lettura e mi ha trasmesso l’amore del sapere. Quando mi capita di cercare una libreria, non scelgo mai quelle grandi, illuminate a giorno, ingombre di pile di libri, quelle commerciali, anonime, scelgo sempre quelle meno conosciute, quelle dove puoi ancora frugare tra gli scaffali alla ricerca di chissà quale tesoro”. Marco parla con pacatezza, espone i pensieri con serenità, apre il cuore e la mente e chi ascolta e pone domande.
Il garbo del suo parlare riflette tutta l’ammirazione che ha per il padre, in ogni sua parola, in ogni suo gesto traspare tutta la sua bella sicilianità. Come già Francesco anni addietro, è un “giovane appassionato” che degli insegnamenti ricevuti ha saputo fare tesoro, convinto di poter fare qualcosa di utile per la sua terra, per la realtà che lo circonda, seguendo orme indelebili nel cuore e nell’agire. “Enna è una bomboniera ammaccata, e come questa città in Sicilia ci sono tanti altri luoghi ricchi d’arte e di storia e che avrebbero necessità di interventi mirati e attenti. E non sempre è agevole operare in una realtà cittadina dove gli stessi abitanti non si prendono cura del proprio territorio, dove talvolta si nega la presenza di isole culturali, dove l’indifferenza supera il buon senso. Ma noi siamo convinti e ben consapevoli di ciò che via via andiamo facendo, del nostro operato e del nostro dire”.
Marco riesce ad esporre tutto quanto c’è da mettere in risalto ed è assai emozionato quando riceve la pergamena  e la medaglia commemorativa con l’effige di Ippolito Rosellini, coniata nel 1993 e disegnata per l’occasione dall’Artista A. Fascetti. Può succedere che i familiari siano anche quelli elettivi, sono quelli che stanno nei tuoi pensieri e nel tuo affetto e dai quali ti allontani con rammarico. Adesso che è lunedì sera e fuori continua a piovere, nella mia penna c’è il sole e sono qui a scrivere di un libraio folle di umanità e della sua bella famiglia, allargata anche al di là delle mura di casa. E chissà mai perché mi viene da canticchiare i versi di una ben nota canzone…

“Un vecchio e un bambino/si preser per mano e andarono insieme/ incontro alla sera; i due camminavano/ il giorno cadeva/il vecchio seguiva il ricordo di miti passati…/il bimbo ristette/ e poi disse al vecchio con voce sognante: “Mi piaccion le fiabe, raccontane altre”.



PER SAPERNE DI PIU' SUL PREMIO "THOMAS DEMPSTER"
Mi piace condividere con tutti voi
 questo comunicato stampa che mi arriva da Pisa,
 assieme a tante belle emozioni.
E' la prima volta che viene colto pubblicamente
 il ruolo del mio agire sociale e in forma democratica
nel campo della promozione culturale nel territorio.
Mi fa piacere che ciò accada nei modi
che il corso delle cose ha generato nella sua autenticità di valori.
Né poteva essere diverso per me e per le persone coinvolte.
Nel mezzo a questa storia ci sono io, ci sono loro, gli amici di Pisa,
e ci siete tutti voi, che assieme a me condividete da tempo tutto questo,
anche se sparsi negli angoli più lontani.
Francesco Urso

GRUPPO CULTURALE "IPPOLITO ROSELLINI"
Associazione di Promozione Sociale

Via Lucchese 41 - 56123 Pisa - tel.050551285



comunicato stampa

SABATO 10 DICEMBRE 2011 LA CONSEGNA DEL PREMIO "THOMAS DEMPSTER" GIUNTO ALLA XVI EDIZIONE

Sabato 10 dicembre, in occasione della Giornata Mondiale dei Diritti Umani, si terrà la cerimonia di premiazione del Premio "Thomas Dempster", XVI edizione. Il Premio, creato dal Gruppo Culturale "Ippolito Rosellini", viene annualmente attribuito a quanti, singoli o associazioni, operano per la tutela e la valorizzazione del Patrimonio e per la diffusione della cultura sul territorio nazionale. Quest'anno il Premio "Thomas Dempster" viene conferito alla Libreria Editrice Urso di Avola, provincia di Siracusa. Per vari decenni questa istituzione, diretta da Francesco Urso con la collaborazione dei familiari e degli amici, è stata un vero e proprio faro della cultura, uno spazio aperto a tutte le suggestioni culturali possibili: dal libero pensiero alle tradizioni religiose. L'azione della Libreria Urso, di forte ispirazione democratica e di grande impegno sociale, non è rimasta circoscritta alla sua realtà provinciale o regionale ma si è allargata ad investire tutto il territorio nazionale con la creazione di esperienze di incontro e di crescita come il Forum dei cammini europei del pellegrino e tante altre iniziative di altissimo livello culturale.
Sarà la Domus Mazziniana rinnovata ad ospitare la cerimonia di premiazione, grazie alla disponibilità del suo Direttore prof. Pietro Finelli; la cerimonia avrà inizio alle ore 16.30 e si aprirà con il saluto del prof. Giovanni Ranieri Fascetti, presidente del Gruppo "Rosellini", Lucia Bonanni illustrerà la straordinaria realtà culturale della Libreria Editrice Urso; infine le madrine del Premio, la prof. Maria Giovanna Cantagalli e l'attrice Maria Beatrice Del Lupo Trenta, consegneranno a Marco Urso il diploma. L'ingresso è libero.

il Presidente

Prof. Giovanni Ranieri Fascetti

PER SAPERNE DI PIU’:

Ippolito Rosellini (Pisa, 13 agosto 1800 – Pisa, 4 giugno 1843) è stato un egittologo italiano. È considerato unanimemente padre fondatore dell'egittologia italiana...
CONTINUA

La Giornata Mondiale dei Diritti Umani è una celebrazione sovranazionale che si celebra in tutto il mondo il 10 dicembre di tutti gli anni. La data è stata scelta per ricordare la proclamazione da parte dell'Assemblea Generale delle Nazioni Unite della Dichiarazione universale dei diritti umani, il 10 dicembre 1948...
CONTINUA

Dempster Thomas
- Storico e filologo scozzese (Cliftbog, Aberdeenshire, 1579 - Bologna 1625). Studiò a Cambridge, Parigi, Lovanio e Roma. Insegnò in varie università francesi fra cui Parigi (1608-15). Cattolico, preferì venire in Italia ove gli fu conferita una cattedra prima a Pisa, poi a Bologna (1625). Qui fu pubblicata postuma (1627) la sua Historia ecclesiastica gentis Scotorum; e in Italia comparve un secolo dopo la sua morte (1723-24) il De Etruria regali scritto nel 1615-20, che fa considerare l'autore l'iniziatore degli studi di etruscologia.
CONTINUA

Hanno ricevuto il Premio Dempster, fra gli altri:

·     Armando Barsotti, volontario dei Gruppi Archeologici d’Italia (1995)

·    Gruppo Fotoimmagine di Volterra (1996)

·     Gruppo del Castello di Lari (1997)

·     Comitato organizzatore del Presepe vivente di Equi Terme (1998)

·     Amici del Melograno, associazione lucchese di valorizzazione del Monte Pisano (1999)

·     Pierluigi Gemignani (2000) che apre il piccolo Museo di Massaciuccoli

·     La Fondazione Nosside di Locri (2001)

·     Fabio Lazzereschi (2002) che apre al pubblico, studia e valorizza il Tempio Massonico di Minerva Medica a Montefoscoli (Pisa)

·    Pro Loco di Borgo a Mozzano (2003) per aver riscoperto, schedato, ripulito le fortificazioni della “Linea Gotica”, attivando percorsi di visita guidata, significa aver salvato un patrimonio che ci appartiene, un monumento che è monito e ricordo delle sofferenze di un’Italia precipitata in una stupida guerra

·    Ferrariae Decus (2004) per la tutela del patrimonio storico e artistico della Città e Provincia di Ferrara

·   La Castellana di Gragnola (2005) per il contributo dato allo sviluppo economico di Gragnola e della Valle del Lucido

·    Mirjam Gude (2009) per il suo impegno nella salvaguardia del patrimonio di Montefoscoli, come il Tempio Pagano, costruito nel 1823 dal famoso medico Andrea Vacca' ed il museo Andrea Vacca', a lui dedicato.
PER LA CULTURA
IN UNA FAMIGLIA ALLARGATA OLTRE LE MURA DI CASA
Riflessioni di Lucia Bonanni
(che il 10 dicembre 2011 a Pisa - assieme a Marco Urso - ha rappresentato
la Libreria Editrice Urso al premio "Thomas Dempster")
 
Il vostro amico è il vostro bisogno saziato.
è il campo che seminate con amore e mietete con riconoscenza.
è la vostra mensa e il vostro focolare.
poiché, affamati, vi rifugiate in lui e lo ricercate per la vostra pace…

Kahlil Gibran
I ricordi si affollano alla mente mentre sono sul treno che mi porta verso Pisa. Quasi non la riconosco questa città nella pioggia che sa di inverno. Sono abituata a vederla nello splendore dei suoi alabastri, dei suoi marmi, dei suoi mosaici, dei suoi lungarni multicolori, di quella sua torre sghemba, sorretta nelle foto dalla mano tesa del turista. Non mi sono nuove le inflessioni dell’intercalare, né i gesti che fanno eco alle parole. Mi sento in un tempo diacronico nel suo incessante fluire, ma così tanto attuale nel dipanarsi delle emozioni.
È la stessa sensazione che provo quando mi ritrovo al n. 71 di quella via Mazzini dove è situato il Memoriale omonimo che oggi ci ospita. La pioggia si fa insistente… guardo spesso l’orologio… mi scopro preoccupata… anche per quel ragazzo che stamani è arrivato dalla Sicilia.

Il sorriso del prof. Giovanni Ranieri Fascetti, però, è rassicurante e la sua stretta di mano accogliente. “E ricordate che nazione e indipendenza sono nomi vani e menzogna di vana gloria, se la nazione non è associazione di liberi, se l’indipendenza non è incarnata in ogni cittadino, trasfusa in ogni coscienza, immedesimata nel cittadino”, si legge in una scritta murale appena a destra della porta d’ingresso.
Già… nazione, indipendenza, associazione di liberi, coscienza, cittadino, non sono altro che gli ideali del nostro Risorgimento oggi così tanto disattesi; ideali racchiusi in quella moltitudine di pagine ben disposte sugli scaffali e altresì evidenziati in quel susseguirsi di date e avvenimenti che a memoria storica ornano le pareti di questa domus rinnovata. Il pubblico presente non è poi così numeroso, solo una compagine di pochi eletti, di chi presta interesse a questo evento. L’attenzione discorsiva del prof. Giovanni Ranieri Fascetti pone in evidenza la figura di Ippolito Rosellini, suo eminente concittadino, come pure quella di Thomas Dempster a cui è intitolato il Premio, nonché l’iter dello stesso Gruppo Culturale ed il suo personale a riguardo della pluriennale attività a salvaguardia e tutela del patrimonio e dei vari interventi di restauro dei beni architettonici presenti sul territorio.

Il discorso si fa ancor più incisivo allorché il prof. Giovanni Ranieri Fascetti giunge a parlare dell’editore Urso e della sua Libreria; libreria, egli dice, dove si può trovare di tutto, dove certi libri, per certi versi anche introvabili, non vengono relegati in fondo a qualche  mensola, come talvolta succede nella grande distribuzione, ma fanno bella mostra di sé e si lasciano adocchiare anche da chi è solo di passaggio. Una libreria, questa, dove il tempo scorre piacevolmente, dove protagonista è sempre il libro, cuore e teatro perenne dell’Uomo. Il testimone che mi passa il prof. Giovanni Ranieri Fascetti, e che di buon grado accetto, è il testo a cura di G. Gabrielli “Ippolito Rosellini e il suo Giornale della spedizione letteraria toscana in Egitto negli anni 1828-1829”.

Parlare degli amici non è facile cosa e così, ripensando alle belle parole di Gibran, mi sento di dire che ho avuto modo di conoscere l’editore Urso lo scorso anno in occasione del Concorso Letterario “Inchiostro e anima”, Concorso da lui ideato e curato tanto nella forma quanto nella dinamica esplicativa dei vari passaggi anche per quanto concerne la pubblicazione di una raccolta antologica. Duplice fu la motivazione che mi indusse a partecipare, l’una per la dedica ad un amico, scrittore e poeta, attore e regista, da poco scomparso (Antonio Caldarella), l’altra per  la donazione devoluta ad un Istituto di ricerca medica (AIRC).
Sempre in cammino, mai pago di esperienze, sempre lungimirante e con lo sguardo rivolto al futuro, l’editore Urso ha voluto di nuovo cimentarsi nel bando di un altro Concorso, ideato quest’anno come Libreria Editrice Urso e recante un titolo che è già di per sé tutto un programma. Così in quei “Libri di-versi in diversi libri” si rinnova la dedica ad una persona che non c’è più, una poetessa di spiccate e nobili qualità (Carmela Monteleone) e si fa di nuovo donazione di proventi a sfondo benefico (Aned), si continua a dar voce a ciò che dicono i poeti quando affermano che “la poesia è l’anima dell’uomo fatta parola” e che “la poesia vive quando è ricevuta da qualcuno”, e si mette in risalto quello che è l’obiettivo principe della Libreria stessa.

Infatti è da quel lontano dicembre del 1975 che al n. 41 nel  centralissimo Corso Garbaldi, lì, ad Avola, si dà spazio alla cultura partecipata nei suoi molteplici aspetti, perno e strumento di quella minuscola Libreria, “nata più per scommessa che con intenzioni di lunga durata”. “Al cliente di turno mi capita spesso di ricordare che non sono qui per dargli un paio di pantaloni, ma una fetta importante del patrimonio dell’umanità” è quanto dichiara lo stesso editore e non è un caso se il Concorso di quest’anno reca il titolo di “Libri di-versi in diversi libri”, poiché il punto di forza di tale iniziativa si ritrova nella pubblicazione di un libro “di-versi”, di propri versi, per ciascun partecipante selezionato a cui si aggiunge un cospicuo numero di copie per il primo classificato. A tale proposito è stata ideata anche una pagina web con lo stesso titolo al fine di creare un’agorà condivisa e condivisibile in cui gli utenti possono ritrovarsi e discutere in un confronto culturale franco e puntuale. Oltretutto la dicitura “in diversi libri” sta ad indicare la diversità della realizzazione grafica di ogni volume che sarà dato in omaggio ai poeti selezionati, a conclusione del concorso.
Tra i testi dell’Editrice Urso, oltre ai vari autori, si collocano libri specifici, riguardanti quelli che sono gli aspetti artistici e antropologici della Sicilia sud-orientale, come pure la prima fatica editoriale edita nel 1981 con all’attivo più di duemila copie vendute e che l’editore ama definire il suo best long-seller: “I fatti di Avola” di Sebastiano Burgaretta.
Nella gamma delle collane edite che pongono attenzione alle varie espressioni culturali, agli incontri e alle manifestazioni organizzate a vario titolo e con logiche diverse e sempre nuove, si annoverano tra le altre “Araba Fenice”, “Mneme”, “Iconografia”, “I quaderni dell’Orso”, “Recuperata”, “La laurea in tasca” in cui sono presenti i lavori di Lilia e Marco Urso, “Opera prima”, “Cammini”, “Euterpe”, “AsSaggi”…

Ma l’attività della Libreria Urso non si limita a quella “tana”, punto di ritrovo così caro ai bibliofili, bensì spazia dai “Mercoledì letterari” di “Avola in laboratorio”, in cui di volta in volta, l’ultimo mercoledì di ogni mese, dal 1994, si discute democraticamente su qualsivoglia argomento, senza mai una relazione iniziale (qualche volta si presentano anche libri e se ne fa un ampio dibattito); ai “Peripatetici di Eloro”, amici della Libreria che si ritrovano per la Camminata filosofica tra le rovine della città corinzia di Eloro, argomentando sui temi più disparati; al “Forum dei cammini europei del pellegrino”, diretto in rete da Francesco Urso; a “Libr’Avola”; a “Dalle otto alle otto” in occasione della festa annuale della poesia e che in marzo prossimo andrà a combaciare con la serata conclusiva del Concorso Letterario.

Già da anni addietro l’operato dell’editore Urso viene reso noto dai quotidiani quali “Avvenire” nel 2008, “Il Sole 24 ore” nel 2000, “Capital” nel 1984, “Il giornale di Sicilia” nel 1987, tra le cui pagine si riportano interviste rilasciate dall’editore insieme agli articoli redatti da persone che hanno voluto e saputo apprezzare le molteplici valenze culturali e sociali della Libreria.

Ed è Massimo Castellani, che a tal proposito scrive su “Avvenire”, che “Francesco Urso da quel dicembre caldo non ha mai abbassato le barricate ed è l’ultimo avamposto di una resistenza culturale ad Avola, dove si trova nella sua Libreria. Un’altana d’avvistamento sul Mediterraneo, che si staglia in quel centro del quadrato iscritto nella planimetria di quell’esagono”, ridisegnata dal gesuita Angelo Italia, ingegnoso urbanista, a seguito del terremoto del 1693 che non pochi danni causò alla città.

“Qui e ovunque è il libro che sceglie il lettore e non viceversa… e forse (questa) è la libreria più a Sud d’Italia a pochi km da Capo Passero.

Una libreria quasi di confine” come fa notare il “Sole 24 ore” nell’ottobre del 2000 e come continua Francesco Urso, affermando che “é dovuta diventare quasi una necessità, quasi una sorta di ultimo baluardo di civiltà e di cultura (in cui) le regole commerciali devono essere al minimo necessario e la creatività al massimo”.

Descrivere ciò che di “mitico” continua a vivere intorno alla figura dell’editore Urso, non è cosa semplice in quanto gli interessi si dispongono in un diagramma ad albero sempre più articolato e ramificato e sempre più allargato a persone e a realtà anche distanti dal territorio isolano. “Francesco Urso è un giovane appassionato che dal Sessantotto ha saputo trarre insegnamento per quanto riguarda la documentazione storico-antropologica”, riporta un articolo a riguardo dell’editoria siciliana su “Il giornale di Sicilia”.

“Ma attenzione – avverte Francesco Urso - io faccio il libraio per scelta, quando pubblico non ho una logica commerciale. Per me l’editoria è un’attività collaterale, una maniera di fare qualcosa di concreto per la mia terra, un hobby di prestigio…anche”. “Dai banchi di scuola alla strada, a piazzare la merce più difficile da piazzare su qualsiasi mercato”, i libri, ben consapevole del valore e del poter e della parola scritta, valenze, queste, che gli hanno permesso di rimanere attaccato alla sua terra, terra dalla rivolta “amara” del ‘68 e all’epoca ancora in parte da alfabetizzare.
“Questo (la libreria) è il mio posto segreto/un’oasi di passaggio/per uomini assetati/” (Arianna Rotondo, “Il mio posto”, anno 1999) che “per 50 anni ancora/ e se il destino vorrà/giusto il tempo/per crescere e imparare a capire/la storia […] mai perduta di quella libreria/ e del suo filosofo” (Carmela Monteleone, “Corso Garibaldi 41”, anno 1996) anche perché in questo viaggio della mente e dello spirito Francesco non è mai solo… da sempre in questo cammino, come in quello della loro esistenza, lo accompagna e lo segue Liliana Calabrese, anima e animatrice, voce e canto, forza e diletto, punto di riferimento ineguagliabile delle tante vicissitudini di vita e delle tante iniziative legate a quell’angolo di cultura presente lì ad Avola.
“E sarà quest’angolo di vita e di cultura a rappresentare nel terzo millennio che avanza , la storia e la civiltà di un piccolo paese dal nome sdrucciolo, posto ai piedi degli Iblei, in terra di Sicilia, luogo di questo pianeta, afferma Giovanni Stella in “Le Sirene e l’Isola” edito proprio da quella Libreria che oggi siamo a festeggiare.

“Sono nato e cresciuto in quella libreria, una libreria che sa di polvere e dove si sente il profumo antico dei libri. Devo ringraziare mio padre che mi ha avvicinato alla lettura e mi ha trasmesso l’amore del sapere. Quando mi capita di cercare una libreria, non scelgo mai quelle grandi, illuminate a giorno, ingombre di pile di libri, quelle commerciali, anonime, scelgo sempre quelle meno conosciute, quelle dove puoi ancora frugare tra gli scaffali alla ricerca di chissà quale tesoro”. Marco parla con pacatezza, espone i pensieri con serenità, apre il cuore e la mente e chi ascolta e pone domande.
Il garbo del suo parlare riflette tutta l’ammirazione che ha per il padre, in ogni sua parola, in ogni suo gesto traspare tutta la sua bella sicilianità. Come già Francesco anni addietro, è un “giovane appassionato” che degli insegnamenti ricevuti ha saputo fare tesoro, convinto di poter fare qualcosa di utile per la sua terra, per la realtà che lo circonda, seguendo orme indelebili nel cuore e nell’agire. “Enna è una bomboniera ammaccata, e come questa città in Sicilia ci sono tanti altri luoghi ricchi d’arte e di storia e che avrebbero necessità di interventi mirati e attenti. E non sempre è agevole operare in una realtà cittadina dove gli stessi abitanti non si prendono cura del proprio territorio, dove talvolta si nega la presenza di isole culturali, dove l’indifferenza supera il buon senso. Ma noi siamo convinti e ben consapevoli di ciò che via via andiamo facendo, del nostro operato e del nostro dire”.

Marco riesce ad esporre tutto quanto c’è da mettere in risalto ed è assai emozionato quando riceve la pergamena  e la medaglia commemorativa con l’effige di Ippolito Rosellini, coniata nel 1993 e disegnata per l’occasione dall’Artista A. Fascetti. Può succedere che i familiari siano anche quelli elettivi, sono quelli che stanno nei tuoi pensieri e nel tuo affetto e dai quali ti allontani con rammarico. Adesso che è lunedì sera e fuori continua a piovere, nella mia penna c’è il sole e sono qui a scrivere di un libraio folle di umanità e della sua bella famiglia, allargata anche al di là delle mura di casa. E chissà mai perché mi viene da canticchiare i versi di una ben nota canzone…

“Un vecchio e un bambino/si preser per mano e andarono insieme/ incontro alla sera; i due camminavano/ il giorno cadeva/il vecchio seguiva il ricordo di miti passati…/il bimbo ristette/ e poi disse al vecchio con voce sognante: “Mi piaccion le fiabe, raccontane altre”.



PER SAPERNE DI PIU' SUL PREMIO "THOMAS DEMPSTER"
Buon cammino
Francesco Urso - www.libreriaeditriceurso.com

 

Premio "Dempster" a Federica Ottanelli (Associazione dei Camminanti)

Aperto da Francesco Urso

Risposte: 0
Visite: 246
Ultimo post 08 Dicembre 2018, 10:55
da Francesco Urso
Roma: FESTIVAL "VIA FRANCIGENA COLLECTIVE PROJECT" 16 giugno - 30 settembre 2011

Aperto da Francesco Urso

Risposte: 0
Visite: 1928
Ultimo post 14 Giugno 2011, 18:40
da Francesco Urso
La pellegrina Carla De Bernardi vince con una sua foto "Preferisco Leggere 2011"

Aperto da Francesco Urso

Risposte: 0
Visite: 2056
Ultimo post 17 Ottobre 2011, 10:09
da Francesco Urso
"LAUDE NOVELLA", cantata da "ABOLA CHORUS" al Raduno di Avola dell'11.12.2011

Aperto da Francesco Urso

Risposte: 0
Visite: 1891
Ultimo post 27 Dicembre 2011, 18:15
da Francesco Urso
I "numeri" del cammino dell'anno 2010

Aperto da Oriano

Risposte: 0
Visite: 3553
Ultimo post 10 Gennaio 2010, 17:12
da Oriano
[Roma] Pellegrinaggio urbano "La Corona di Maria"

Aperto da Simonem

Risposte: 3
Visite: 3763
Ultimo post 31 Maggio 2011, 11:18
da Simonem
Convocazione Capitolo Veneto "Confraternita di San Jacopo di Compostella''

Aperto da Francesco Urso

Risposte: 0
Visite: 2574
Ultimo post 31 Ottobre 2010, 18:37
da Francesco Urso
"Contare i passi", Biblioteca Parco Sempione - Milano, con Carla De Bernardi

Aperto da Francesco Urso

Risposte: 3
Visite: 4017
Ultimo post 21 Giugno 2011, 12:09
da carladebernardi
Riceviamo "Notizie" da Pippo Patti (priore in Trentino Confraternita Santiago)

Aperto da Francesco Urso

Risposte: 0
Visite: 2958
Ultimo post 16 Luglio 2011, 20:26
da Francesco Urso
Il progetto "Guide in Cammino"

Aperto da Francesco Urso

Risposte: 0
Visite: 1598
Ultimo post 01 Ottobre 2011, 14:33
da Francesco Urso

* Immagini, foto e video random dalla Media-Gallery

 
13237836 10153522231077233 2063800359793275010 n
 Visto: 102
Inserito da Francesco Urso
il 1 Giu 2016
in Cammino Madonna delle Milizie 2016
 
32954245 2018918095026386 5140300590240235520 n
 Visto: 12
Inserito da Francesco Urso
il 16 Apr 2019
in Cammino Madonna delle Milizie 2018
 
WhatsApp Image 2018 05 20 at 12 53 05
 Visto: 4
Inserito da Francesco Urso
il 16 Apr 2019
in Cammino Madonna delle Milizie 2018

UrloPellegrini

31 Agosto 2019, 17:28
IL 3 NOVEMBRE CI INCONTREREMO A VIGEVANO Il prossimo incontro del "Forum dei pellegrini" e della Libreria Editrice Urso di fine anno sarà domenica 3 novembre 2019 a Vigevano (Pv) e ciascuno parteciperà gratis con la propria esperienza di cammino, con un suo personale racconto, o con la sua poesia, o la poesia che ha ricevuto dagli altri. Seguono in qusti mesi i dettagli dell'evento. Fummo già una volta a Vigevano nel novembre del 2011… In questo link una sintesi di quell'esperienza... http://www.libreriaeditriceurso.com/archivio%20mailing%20list/luciapervigevano.html
28 Agosto 2019, 11:47
Benvenuta nel Forum Nella La Bruna, di Noto (Sr), camminatrice di parecchi cammini e ottima compagna di cammino!
19 Luglio 2019, 16:51
buonpomeriggio
28 Giugno 2019, 11:44
Da sabato sera 29 giugno cinque pellegrini siciliani (di Avola) saremo a Lisbona per un cammino verso Fatima e poi verso Santiago De Compostela. Penseremo a voi tutti pellegrini che visitate questo magnifico Forum, e se tutto andrà bene l'11 arrieremo a Santiago... (siamo costretti per ragioni di tempo a saltare qualche tappa). Buon Cammino
28 Giugno 2019, 07:38
cerco compagni cìvia degli dei luglio-agosto
20 Maggio 2019, 08:55
Dopo tanti cammini negli scorsi anni, ragioni di ...... età mi inducono quest'anno a avventurarmi solo sul finale del Sanabrense da Ourense a Santiago. Io mi avvio da Ourense il 14 giugno, trovo qualche amico lungo la via ? ultreya a tutti
14 Maggio 2019, 18:41
Buon giorno, ho intenzione di fare uno dei percorsi in bici con un amico ai primi di settembre. Vorrei avere delle risposte circa i percorsi migliori, come funziona, i voli a/r , dove si dorme, dove si mangia, i costi, insomma gradirei avere un consiglio da una esperienza diretta. Grazie
11 Maggio 2019, 11:35
Niko 11:33 Buongiorno a tutti. Siccome ho un amico che ha intenzione di intraprendere il Cammino di Santiago fra qualche mese, volevo assicurarmi che questa chat funzioni in modo da assisterlo in caso vi fosse bisogno . Potreste darmi conferma che leggete cio' che ho scritto e quindi funziona per me ? Grazie
10 Maggio 2019, 11:22
Cerco compagnia per il cammino a San Thiago Ho a disposizione dal 1 al 15 settembre
23 Aprile 2019, 23:39
Buonasera a tutti, sono nuova nel forum e sto da tempo meditando quando e come intraprendere il camino. Mi piacerebbe fare la tratta da Léon a Santiago considerando che avrei a disposizione circa 15 giorni. Pensavo idealmente al mese di Settembre ma sono aperta ad altre opzioni, qualcuno sa darmi qualche dritta sul costo generale da prevedere indicativamente e del tempo medio che il tutto potrà richiedere? Abito a Parigi ma sono aperta a condividere l’esperienza con persone che abitano anche in Italia o altrove e motivati come me a scoprirlo in tutta la sua bellezza =) ps. Ho presto 30 anni e sono una persona molto sportiva e socievole ! Grazie a tutti per le risposte in anticipo, namasté =)
22 Aprile 2019, 23:09
Ciao a tutti. Se no nuovo in questo forum. Volevo capire come fare a scrivere un post vero e proprio per chiedere delle informazioni sul cammino. Grazie a chi mi risponde
16 Aprile 2019, 16:30
Cerco qualcuno che divide un Taxi con me da Bibbiena a La verna il 21.04.2019 (cammino san francesco)
11 Aprile 2019, 15:46
Causa impossibilità di partenza da parte di un membro di un gruppetto di pellegrini, cedo i seguenti biglietti aerei Ryanair: da Milano Bergamo a Santiago di Compostela partenza 17/04/2019 ore 19:15: da Santiago di Compostela a Milano Bergamo partenza 26/04/2019 ore 16,25. Priorità e due bagagli a mano. In totale € 75,00. Oneri di cambio nominativo a mio carico. Buon Cammino.
11 Aprile 2019, 14:41
Vorrei incamminarmi per la via francigena, sono di Milano, magari 2 3 giorni o anche piu. Non ho mai fatto camminate del genere anche se sono un camminatore, vorrei unirmi a qualche gruppo esperto, ciao Diego
17 Marzo 2019, 19:11
cerco compagno/a nei primi 27 giorni del mese di maggio x percorrere le 18 tappe tra Burgos a Santiago di Compostela x contattarmi il mio cellulare 3423773237 vanda buon cammino
06 Marzo 2019, 12:51
Ciao! Mi chiamo Elena e ho 18 anni e sono di Torino. Questa estate vorrei fare il cammino di Santiago e cerco una compagnia femminile, pensavo di iniziare il viaggio con il treno e via dicendo, partirei a luglio. Chi vuole unirsi?
27 Febbraio 2019, 17:49
CAMMINO BEATO ANTONIO ETIOPE Ogni anno il 14 MARZO A PIEDI DA AVOLA AD AVOLA ANTICA Il Cammino del Beato Antonio Etiope si svolge ogni anno proprio il 14 marzo. Circa 6 km in salita leggera, e 6 km in discesa con un paesaggio fantastico. Appuntamento dei partecipanti alle 15 in Piazza Teatro, ad Avola, davanti alla Chiesa di Santa Venera. Fino alle 17,00
18 Febbraio 2019, 15:54
se chiedete info non esitate a contattarci alla mail: tsunami1979@tiscali.it a breve useremo anche il contatto che troverete sul sito dell'albergue.
18 Febbraio 2019, 15:53
Ciao a Tutti. Dal 12 Aprile ci sarà un nuovo Albergue, sul cammino di Santiago, gestito da Italiani! Quandi accoglienza genuina e cibo nostrano * Albergue Irugoienea, a Espinal Auzperri. 6km dopo Roncisvalle.
16 Febbraio 2019, 23:38
Ciao a tutti. Vorrei fare il cammino ad agostio x un paio di settimane. Partirei da SJPD cerco compagnia
13 Febbraio 2019, 21:17
Ciao a tutti- Cerco compagni di viaggio per dividere le spese per taxi da Lourdes a SJPD arrivo a Lourdes il 1 aprile 2019 nel tardo pomeriggio Bergamo alle ore
Visitatore
17 Gennaio 2019, 13:28
Ciao mi leggete?
26 Dicembre 2018, 23:35
Ciao a tutti, sono Sara di Caserta, nel periodo di luglio/agosto vorrei fare il Cammino di Santiago (diciamo gli ultimi 100 km) e arrivare dopo anche a Finisterrae. Vorrei fare un cammino economico, religioso, ma anche vedere luoghi tipici, vorrei formare un gruppetto di 4/5 persone, anche tra maschi e femmine. Se siete interessati fatemi sapere.
16 Settembre 2018, 12:21
3/4 NOVEMBRE 2018 CONVEGNO NAZIONALE DI POETI E PELLEGRINI a Somma Lombardo (Va). Senza quota di adesione e senza costi organizzativi. Ciascuno si pagherà eventuali sue colazioni, pranzi e cene. Aderire con un messaggio a convegno@libreriaeditriceurso.com
10 Settembre 2018, 23:55
Ciao sono Leonardo di Novellara (RE), ho 25 anni. Cerco compagno/a di viaggio per via degli Dei da Bologna a Firenze alla ricerca degli antichi tratti della Flaminia militare romana. 6 giorni di cammino. Pernottamento in strutture economiche. Partenza prevista il 30 Settembre ed arrivo il 6 Ottobre a Firenze.
10 Settembre 2018, 23:53
Ciao sono Leonardo di 25 anni di Novellara. Cerco compagno/a di viaggio per via degli Dei da Bologna a Firenze alla ricerca degli antichi tratti della Flaminia militare romana. 6 giorni di cammino. Pernottamento in strutture economiche.
31 Agosto 2018, 14:17
Ho fatto il cammino nel 2008 vorrei rifarlo ai primi di maggio 2019 con tranquillità
28 Agosto 2018, 21:09
Ciao sono Elena parto agli inizi di ottobre cammino francese partenza Saint Jean. Atterro a Lourdes...Chi si unisce?
28 Agosto 2018, 21:09
Ciao sono Elena parto agli inizi di ottobre cammino francese partenza Saint Jean. Atterro a Lourdes...Chi si unisce?
17 Agosto 2018, 09:02
Partiremo in due da Irun il 2 settembre per dieci giorni fino a Santander. Qualcuno farà lo stesso cammino del nord?
12 Agosto 2018, 02:07
sarei interessata ad effettuare il cammino portoghese con partenza 18 agosto da roma, mi piacerebbe trovare compagni di viaggio
05 Agosto 2018, 12:57
Salve ragazzi Buona domenica sono Filippo 38 anni di Salerno , sono interessato a fare il cammino di santiago partenza fine maggio 2019 durata 30/35 giorni cammino francese...chi fosse interessato a farsi questo viaggio in compagnia mi contatti ...ciuaoooooooo
31 Luglio 2018, 06:50
Ciao a tutti sono Francesco 45 anni vorrei fare il cammino di Santiago per la prima volta e cerco compagnia per il viaggio. Vivo a Roma e vorrei partire per ottobre/novembre. Buona giornata
20 Luglio 2018, 14:59
Salve. Partiamo il 17 settembre 2018 da Lourdes. Cerchiamo persone per condividere taxi sjpdp, intorno alle 1730 ( ora di atterraggio aerei da Orio) siamo in 3 , altri 5/6? potete contattarci via mail
19 Luglio 2018, 13:06
Ciao a tutti mi chiamo Giulia ho 24 anni. Mi piacerebbe percorrere il cammino di Santiago passando dalla via Francese. Essendo la prima volta vorrei qualche informazione sul periodo migliore, e se c’e qualcuno che vorrebbe viaggiare in compagnia mi sentirei più sicura! Grazie
11 Luglio 2018, 08:41
CiAo!vorrei fare il cammino da Ponteferrada in mtb cerco guida grazie
30 Giugno 2018, 19:57
Ciao! Sono Cristina e atterreró a Lourdes il 9 luglio per le 17.30 circa. C'è qual he interessato per la condivisione di un taxi quel giorno?
29 Giugno 2018, 16:13
Ciao a tutti! Sono Inno, arrivo A Ponferrada da Roma-Madrid il23 Agosto. per intraprendere il camino il 24 mattina...compagni cercasi*
28 Giugno 2018, 19:04
Ciao a tutti mi chiamo Francesca e sono della Sardegna.Parto per il camino di Santiago il 18 Agosto da cagliari e il 22 da Milano per Lourdes.Ho fatto nel 2012 una parte di camino da Burgos a Santiago,allora mi avevate aiutato tantissimo.CE' qualcuno che arriva a Lourdes il 22 AGOSTO per condividere la partenza per Saint Jean?
26 Giugno 2018, 22:14
Ciao sono Lara . C'è qualcuno che parte tra il 12 e il 15 agosto per il cammino di San Francesco?
25 Giugno 2018, 17:11
Ciao! Sono Margherita e atterreró a Lourdes il 9 luglio per le 17.30 circa. C'è qual he interessato per la condivisione di un taxi quel giorno? 😉
24 Giugno 2018, 20:22
Io arrivo ad Arezzo il 2/8 alle 8,45 c’e Qualcuno che condivide con me il viaggio fino a La Verna?
Fab
18 Giugno 2018, 22:55
Sono Fab. Ho gia fatto il camino a piedi nel 2015 e in bici nel 2016. Ho fatto nel 2017 la via franchigena e nel 2018 l'itinerario di santa Rosalia. Nel 2019 vorrei rinizuare il giro con il camino di Santiago.chi mi farebbe compagnia?
14 Giugno 2018, 12:03
ciao a tutti! mi chiamo Alice sono di Torino. Vorrei fare un tratto di via Francigena a partire dal 14-15 luglio per una decina di giorni circa. Vorrei arrivare a Roma e sto ancora riflettendo sul punto di partenza. E' la prima volta che mi metto in cammino e cerco qualche compagno di viaggio. Scrivetemi *
13 Giugno 2018, 22:35
Io vorrei partire ad agosto e fare Da Laverna ad Assisi
13 Giugno 2018, 22:35
Io vorrei partire ad agosto e fare Da Laverna ad Assisi
Visitatore
30 Maggio 2018, 14:41
Cerco compagni di viaggio con partenza da Leon, dal 12 luglio in poi. È il mio primo cammino e vorrei farlo in compagnia..anche se so che lungo il viaggio non si è mai da soli,!
12 Maggio 2018, 12:55
Ciao a tutti, il 25 maggio dalla stazione di Madrid raggiungerò sarria, per poi proseguire il giorno seguente in direzione di Santiago. Cerco compagnia, se qualcuno si trova sul tragitto in quei giorni, mi scriva senza problemi. Ciao a tutti
11 Maggio 2018, 18:37
Chi vuole unirsi per fare la Francigena dalla Lunigiana? Partenza verso il 20 di AGosto
08 Maggio 2018, 21:09
Sono max dì Torino già fatto un pezzo del francese e del portoghese.cerco compagnia anche un gruppo..per il prossimo.perido giugno inizio luglio.

* ChatPellegrini

NickName? - clicca qui
ShoutBox condivisa da:
Libreria Urso
Pellegrini Belluno
Condividi la chat

Calendario

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30
Compleanni
M d: Francesco Urso (69)
M d: Oriano (69)
M d: giogio73 (46)
M d: Giuseppe.57 (62)
M d: mariajo (44)
M d: cloddl (70)
M d: Lalla (72)
M d: rob (42)
M d: FranciSkizza (41)
M d: Jago (55)
M d: estrelas (56)
M d: francesco48 (71)
M d: Fabio Ghisoli (51)
M d: jackie88 (31)
M d: WonderFrà (29)

Foto random

 
13233119 10153522239022233 7092979354550749267 n
 Visto: 80
Inserito da Francesco Urso
il 1 Giu 2016
in Cammino Madonna delle Milizie 2016

* Statistiche


  • *Posts Totali: 6418
  • *Topics Totali: 2209
  • *Online Oggi: 41
  • *Most Online: 663
(02 Gennaio 2019, 08:39)
  • *Utenti: 0
  • *Visitatori: 17
  • *Totale: 17

* Top Autori

* Ultimi 5

Orazio seminara
15 September 2019
Mikele87
10 September 2019
MoniaThor
06 September 2019
brifrida
04 September 2019
Claudio Bellatti
01 September 2019

* Contatore

Creato da Sebastiano BASILE - www.superscuola.com