Novità


Sebastiano Cugno

1953-2013:
Sessant'anni di cinema a Noto
Analisi dei rapporti tra la capitale netina e il cinema

201
4, 8°, pp. 204, ill., € 18,00
ISBN 978-88-98381-46-3 acquista

(clicca sulla copertina per ingrandirla)
copertina

 

GIRARE IN SICILIA

Complessivamente, i lungometraggi nella storia del cinema in cui sono presenti scene girate a Noto sono solamente dodici, una cifra piuttosto esigua. Esaminando, poi, gli anni in cui sono usciti questi film, ci accorgiamo che vi sono dei periodi lunghissimi in cui la città suddetta non è apparsa nemmeno in un fotogramma di pellicola (prendiamo, ad esempio, il periodo dal 1974, anno del film Il viaggio, al 1992, anno de Il ladro di bambini, quasi un ventennio senza un film girato a Noto!). Per tanto tempo, infatti, sono stati pochi coloro che hanno pensato ai benefici che avrebbero avuto nell’effettuare le riprese in Sicilia. Prima di tutto si parla di risparmio economico, poiché, per realizzare un film, occorre ricostruire degli ambienti negli appositi teatri di posa e, nelle grandi città, la richiesta è enorme: di conseguenza i prezzi lievitano parecchio. Invece, fino a circa trent’anni fa, i teatri di posa esistenti sull’isola erano a completa disposizione, spesso liberi, ed erano ceduti per pochi soldi, pur di utilizzarli.
In secondo luogo, un film ha bisogno di riprese in esterni e, durante la stagione invernale, è difficile avere sulla penisola un mese intero di giornate soleggianti. I tempi così si allungano, mentre si potrebbero velocizzare le riprese in Sicilia, poiché, per circa nove mesi l’anno, il cielo è sgombro da nuvole e le giornate di pioggia sono davvero rare. I registi che hanno girato a Noto, hanno scelto spesso il periodo autunnale e sono stati premiati da un sole in grado di esaltare la bellezza del paesaggio.
Rossellini è uno di quei registi che, spinto da difficoltà economiche, ha deciso di girare alcune scene a Noto, facendo sembrare al pubblico che si trattasse di Napoli. E il risultato gli ha dato ragione.
Dagli anni Novanta, al contrario, c’è stata un’inversione di tendenza: il numero di lungometraggi ambientati in tutta la Sicilia è stato in continua crescita. Questo però ha portato, di conseguenza, ad un incremento nei costi di produzione e, così, il risparmio si è ridotto notevolmente; così è capitato, ad esempio, che Tornatore, concludesse le riprese di Malèna in Tunisia, ricostruendo lì il paesaggio siciliano. Anche la sua, come quella di Rossellini, è stata una scommessa vinta, grazie alla somiglianza delle coste tunisine con quelle siciliane.
Un altro dei motivi che sta attirando, sempre più frequentemente, produttori di film italiani e stranieri in Sicilia è la bellezza dei paesaggi. Spesso, per trovare sul continente i luoghi più adatti per le riprese in esterni, bisogna percorrere centinaia di chilometri. Sull’isola, invece, si può passare con facilità da colline a pianure aride, al mare, alla montagna, a distese verdeggianti. Il paesaggio ha un aspetto cangiante e fotogenico da costituire una vera rivelazione per i registi.
Considerando l’alto numero di persone impegnate nella realizzazione d’ogni pellicola cinematografica, girare in Sicilia diventa molto vantaggioso anche per la stessa economia siciliana, ci sarebbe una complessiva valorizzazione del patrimonio artistico e naturale e incrementerebbe il turismo. Negli ultimi anni qualcosa si è mosso: oltre ad alcuni episodi della famosa fiction Il Commissario Montalbano, Noto ha suscitato l’interesse di alcuni registi stranieri, tra cui il tedesco Thomas Crecelius che nel 2004 ha deciso di ambientare in questa cittadina Andiamo, una docufiction su un gruppo di ragazzi che, dopo la maturità, devono decidere se restare lì o spostarsi al Nord. Per finire, è in fase di montaggio il film I cantastorie di Gian Paolo Cugno, una storia sugli ultimi cantastorie siciliani, le cui riprese si sono concluse da poco.
Mi auguro che il futuro porti ad un incremento sempre maggiore di film girati sull’isola. Sperando che, nello scegliere i luoghi, i registi pongano un occhio di riguardo proprio sulla bellezza di Noto.

Sebastiano Cugno
pagg. 12-13 di 1953-2013: Sessant'anni di cinema a Noto
Analisi dei rapporti tra la capitale netina e il cinema

 

 

TRA I NOSTRI LIBRI

copertina
Corrado Morale
MILUZZA
Trimau la terra
ROMANZO
Libreria Editrice Urso
Collana Mneme n. 44
ISBN 978-88-98381-99-9
2014, 8°, pp. 310
18,00acquista

Salvatore Di Pietro
Viaggi da fermo
2014, 16°, pp. 250
ill.
ISBN 978-88-98381-98-2

€ 12,00 acquista

copertina
Giovanni Stella
Il viaggio alato
2014
, 16°, pp. 142
Collana OMNIA n. 5
ISBN 978-88-98381-97-5
10,00acquista

peripatetici

video

e-booklogo
Pagina aggiornata a Sabato 7-11-2015 9:11
Noi pensiamo che i libri
dovrebbero andare nelle mani
delle persone che li vogliono,
e non nelle mani di quelli che non li amano...
Ogni libro è il risultato finale di una mente creativa
ed anche il prodotto alla cui realizzazione
hanno contribuito col loro impegno e lavoro
figure professionali differenti
(grafico, tipografo, editore, ecc).
Puoi comprare il libro, fallo se puoi,
e con questo gesto ci aiuterai a sopravvivere;
oppure, se non puoi far altro, scaricalo gratuitamente
cliccando sulle copertine sottostanti

 

Leggi e scarica gratuitamente i nostri e-book
         
       
   
Ilary Tiralongo
   
   
Sogni di cenere
Poesie
   
         
Homo minor mundis - Poesie e prose di Giovanni Parentignoti
Il viaggio alato, di Giovanni Stella
Colui che scrive – Poesie di Liborio Erba
Antonio Caldarella 
Carmela Monteleone 
Homo minor mundis
Poesie e prose
Il viaggio alato
Colui
che scrive
Poesie
Detto fra noi
Schegge...
...di un copione ingabbiato
Domenico
Setola
Inchiostro
e anima
Nadia Turriziani
Vanessa Leonardi 
Rosalia Maria Lo Bue
Domenico Setola 
Inchiostro e anima (2010-2011) 
Vorrei urlare al mondo tutto – Poesie
Versincorsa
Poesie

Chi sono
e chi
voglio essere
Poesie

Intermittenze
Poesie
Antologia
2010-2011

dei poeti e scrittori selezionati
         
Francesca Di Stefano
Marianna Novara 
Giuseppe Pernagallo
Lo Presti Emanuele 
Ada Neri
Gocce di...
Poesie
Mediterraneo
Un'isola al centro del mondo
Poesie
L'eternità morirà prima del mio amore
Poesie
Versi
dei viali della Vita
Poesie
Penelope,,,
il mio viaggio
dalla città dei Mille
mille pensieri,,,

mailing listLEGGI le precedenti news

mailing list iscriviti alla Mailing List

Urso-Avola

 

SEGNALA il nostro sito

il nostro sito



Torna su...