SPAZIO A CURA DELLA
Benvenuti sul sito della Libreria Editrice Urso, dal 1975 un angolo di cultura ad Avola. Novità del mese Offerte del mese Acquista per informazioni

EDITORIA E VENDITA LIBRI AL DETTAGLIO VIA INTERNET
FacebookYouTubeTutto per Santiago de CompostelacontattacilibreriaCatalogo aggiornato

ISBN 978-88-695
4

per
SONJA HAXHIA


Novitàlogo

QUEST'OPERA È STATA SELEZIONATA
NEL CONCORSO LIBRI DI-VERSI IN DIVERSI LIBRI
IN MEMORIA DEL POETA GIOVANNI ARMONE
EDIZIONE 2020-2021

Sonja Haxhia
Poesia della vita (Poesie in lingua italiana)

Libreria Editrice Urso
Collana
ARABA FENICE n. 444
Avola 2021, formato 8°, pp. 56
10,00acquista
ISBN 978-88-6954-330-2

CLICCA SULL'IMMAGINE SOTTOSTANTE PER INGRANDIRLA
copertina Sonja Haxia

SONJA HAXHIA è conosciuta come autrice di diversi volumi di poesie ma anche di prosa poetica.
Non le piacciono molto le interviste... “Scrivo per il mio piacere”, dice lei.
In una conversazione che esprime, per la prima e – forse – l’ultima, ha detto: “Oh… mi trovo come alle tre di notte, così assonnata, vi parlerò sempre in un monologo. Amo i monologhi…”.
È autrice dei seguenti libri: “Cascate dell’anima”, “Ovunque grigio”, “Tornare col sole”, “La mia anima in blu”, e “Dimensione del pugno chiuso” (libro uscito a dicembre ’20, nel giorno del suo compleanno, scritto in tempi di Covid-19, dove una tematica dei fenomeni sociali è trattata duramente su fatti veri).
Varie sue poesie sono state tradotte attraverso i collegamenti dell’Unione di Scrittori Mondiali, nei paesi Arabi, in Romania, negli USA, in Francia.
Arriva a questo libro con i suoi scritti, tradotti e adattati in lingua italiana da lei stessa .
Come idoli ha questi scrittori: Migjeni, David Maria Turoldo, Charles Bukowski, George Gordon Byron.
 

Copertina Sonja Haxia

POESIA DELLA VITA

Mi stai dicendo
che sono come un’ombra che si nasconde,
in quell’eccitazione della giornata piena di sole,
dove la luce inizia e si spegne,
piange anche la pioggia con lacrime di rabbia.
Stamattina forse non sono con me stessa,
forse sono un’eterna abitante dell’aldilà,
del terreno sotterraneo.
Da qualche parte vicino a me
un’onda selvaggia si infrange sulle rocce,
schiumandole meravigliosamente.
Dio lo sa..
Forse...!?
Domani,
sulle rocce ghiacciate
rimane qualcosa sulla riva,
come muschi stampati,
come tutte le persone
che non riusciamo a trovare la fine di questa vita.
Noi poveri
comandati da una cricca di ricchi… ladroni.
Ladri che hanno distrutto l’umanità,
comandano ovunque,
in ogni cosa dappertutto.
Nel nome dei poveri combinano ogni malvagità,
in nome dei popoli
distruggono anche questa vita, e anche la terra,
sempre gli errori, maledetti…
Oh Dio…
quanta povertà c’è in questo mondo,
nelle menti dei ricchi e nello stomaco dei poveri.
… quanta povertà c’è…
Non dovreste disperare o brava gente
tirate gli artigli per il cambiamento, ovunque.
Gesù Cristo ritorna…
ritorna a vedere cosa sta succedendo.

*****
Salvatore Zagarella interpreta la poesia ''Poesia della vita'' di Sonja Haxhia
CLICCA QUI

 

LA CRITICA DI PONTI TRA POETI

Un volto nascosto nel muschio, intagliato nella roccia, quasi un tutt'uno con la natura e la madre Terra. Le labbra sono socchiuse, sembrano dire qualcosa mentre gli occhi sono vigili, attenti, pronti a carpire qualsiasi movimento.
La poetessa è Sonja Haxhia che arriva dall'Albania con la sua "Poesia della vita".
I versi di Sonja sono una vera e propria declamazione di amarezza e rabbia in un contesto dove "piange anche la pioggia con lacrime di rabbia". Il volto raffigurato sulla copertina del libro è la perfetta rappresentazione dello spirito della poetessa che si sente "un'eterna abitante dell'aldilà, del terreno sotterraneo" mentre da qualche altra parte un'onda violenta s'infrange sulle rocce.
Sonja s'interroga: Dio lo sa... Forse!? e scrivendo dà voce a tutti coloro che "come muschi stampati nella roccia" non hanno voce.
Lamenta un regime di ricchi e ladroni che comandano su tutto e su tutti, che distruggono l'umanità e che nel nome dei poveri distruggono la vita e la Terra stessa. Sonja incita la brava gente a non arrendersi, a non disperarsi ed esclama "tirate fuori gli artigli per il cambiamento", Gesù Cristo ritornerà sulla terra prima o poi e porrà fine a tale scempio.
Quelli della poetessa sono versi molto forti e che fanno tanto riflettere. Non è povero solo colui che a fatica si guadagna il pane, è ancora più povero colui che soccombe e non sa ribellarsi, che sopravvive e non vive, che non aspira al cambiamento e che silenziosamente diventa complice involontario di chi, povero nella mente, rovina l'umanità e la Terra stessa.
Complimenti Sonja per questi versi tanto forti da svegliare gli animi di chi non ha la forza di gridare la propria rabbia e di riprendersi in mano la libertà, la dignità e la vita stessa.

Carmela Di Rosa

Quanta verità in queste parole. Quanto impotente dolore espresso in questi versi. Una povertà infinita muove i gesti e i cuori di questa umanità. Resta solo -sconsolata- sulle labbra, una preghiera.

Alessandra Nateri Sangiovanni

 

I versi di questa giovane poetessa sono molto struggenti, sospesi tra cielo e terra, tre mente e spirito nella riflessione del reale e l’aspirazione a un mondo diverso, più giusto, migliore.
È la sua anima che parla e le si rivolge con tono deluso per tutto quello che è costretta a vivere in questo tempo malato, ma nel contempo la sua fede la sprona alla speranza ed invita tutti noi alla rinascita, ad una presa di coscienza del male che stiamo facendo, i danni che perpetriamo verso l’ambiente e la nostra stessa umanità.
Sonja, con le sue parole accorate, i suoi semplici versi, ci sollecita ad accogliere ancora Gesù, come allora, a raccogliere il suo messaggio di riscatto, a perdonarci e ritornare, ritrovare i valori perduti.
Tutta la lirica è un messaggio d’amore per tutti noi.
Molto belle le immagini di copertina che riassumono la perfetta fusione uomo-natura.

Maria Pina Astuni


Sonja HaxhiaSONJA HAXHIA dopo gli studi superiori ha frequentato studi pre-universitari in comunicazione, come ispettrice per i trasporti pesanti (con il massimo di voti), poi in facoltà di lingua letteraria, per finire in facoltà di insegnamento. Lascia il suo paese d’origine, si sposa in UE. Ha lavorato come interprete in uno studio legale, come barista, ed anche nei centri di comunità per problematiche sociali.
Da un decennio lavora come specialista in questioni sociali.
“Questo è ciò che io posso fare meglio”, dice l’autrice, “quando sono utile a persone con problemi sociali, nel proteggere i diritti delle donne, delle famiglie in difficoltà, dei bambini e delle persone anziane, per me non è soltanto un lavoro, ma una missione divina. Considero le persone come membri della mia stessa famiglia, mi sento una missionaria di pace.
Sono cresciuta ed educata da due madri, una di Elbasan (Albania) e l’altra siciliana. Tutte due donne forti, dalle origine nobili di grandi famiglie. Io sono una mamma, il mio bambino è tutta la mia vita. Noi vediamo la vita con sorriso e la vita ci dà più sorrisi. La vita è un confronto tra i spiriti, dobbiamo saper leggere negli occhi delle persone, non solo le loro parole, ma le loro anime. La mia disponibilità verso le persone non finirà mai”.

LA POESIA AL DI LÀ DEL TEMPO E DELLO SPAZIO

Onorata di presiedere la validissima giuria di questo nuovo e, purtroppo, ultimo concorso di Libri di versi in diversi libri.
Voglio prima di tutto ringraziare di cuore Ciccio Urso Editore per l’incarico affidatomi dopo avermi permesso di partecipare per ben cinque volte, in qualità di concorrente, al suo annuale e mirabile concorso di poesie.
In questo particolare momento pandemico che stiamo vivendo con l’urgenza continua ed assillante di un tempo, che, pur scorrendo inesorabilmente, riesce a fermare il nostro tempo, la Poesia per fortuna porta conforto all’anima e crea spazi di libertà e riflessione. Attorno tutto tace ed è soprattutto nel silenzio che il poeta riesce ad esprimere sogni, anelate mete mai raggiunte, attimi di vita vissuta e custoditi gelosamente nel cuore, l’angoscia del vivere quotidiano e la speranza di un domani migliore.
Il poeta ha la capacità di guardare oltre l’apparenza, unisce bellezza ed emozioni e dà musicalità alle parole.
È così che a chi legge si apre lo scenario di piccoli o grandi quadri, colorati di rime o meno, poco importa! A coinvolgere il lettore sarà l’essenza del dire. La poesia porta alla luce ricordi, gioie, dolori, scorci di vita.
La poesia stessa è vita, la poesia è innocenza e coraggio, il coraggio di aprire senza remore il proprio cuore agli altri, a chi leggerà quei versi ed a chi su di essi mai si soffermerà. La poesia è un regalo all’anima e per l’anima, grazie ad essa infatti l’anima di chi scrive sarà finalmente libera. Complimenti a tutti i poeti selezionati.
Lo stupore di una significativa copertina, l’emozione di vedere i propri versi stampati sulle pagine di un libro non ha prezzo… non importa essere primi è importante esserci!
Grazie a Ciccio Urso Editore per averci invogliati ad aprire il cuore, grazie per averci regalato ben dieci edizioni di questo esemplare concorso… sarà anche grazie a lui che la poesia vivrà  al di là del tempo e dello spazio! Ci ritroveremo sempre a recitare poesie e insieme ci emozioneremo ancora!

Carmela Di RosaCarmela Di Rosa
presidente decima edizione
”Libri di-versi in diversi libri

 

Manifestazione conclusiva


RINVIATA AL 26 e 27 GIUGNO 2021
LA MANIFESTAZIONE CONCLUSIVA
DI “LIBRI DI-VERSI IN DIVERSI LIBRI
A TERMINE DELLA DECIMA EDIZIONE DEL CONCORSO
DEDICATA QUEST’ANNO A GIOVANNI ARMONE

Informiamo tutti i poeti selezionati in questa edizione, nonché tutti gli altri amici poeti coinvolti nelle precedenti nove edizioni di questo speciale Concorso che ci ha visti assieme, che, in conseguenza dell’attuale pandemia non è prevedibile poter realizzare a marzo la conclusione del Concorso.
Viste le misure in atto a livello mondiale in merito alla lotta alla pandemia, riteniamo sia realistico poter prefigurare in termini di sicurezza tale manifestazione a fine giugno 2021, esattamente tra sabato 26 e domenica 27 giugno 2021.
A SEGUITO DI QUESTO RINVIO, IL 21 MARZO 2021
ABBIAMO COMINCIATO A PUBBLICARE LE COPERTINE

riservate ai quarantaquattro poeti premiati quest’anno con una pubblicazione (con cento copie in premio al primo classificato).

INVITO UFFICIALE PER TUTTI I POETI COINVOLTI
Vista anche la definitiva conclusione del Concorso, veniamo a chiedere a tutti i concorrenti delle diverse edizioni, a tutti i vincitori di ciascuna edizione, di essere presenti nelle due giornate per festeggiare assieme con poesia il ritorno alla vita normale, come auspichiamo dopo tanti mesi di pandemia, ed, anche, il saluto alla nuova estate della nostra vita, ripercorrendo assieme ciascuno dei dieci anni del Concorso.
Come in tutte le altre occasioni creeremo assieme un evento indimenticabile.

LIBRI DI-VERSI IN DIVERSI LIBRI
albo d'oro
2012 – MANUELA MAGI, “Deambulo sul sogno tuo – Poesie”
2013 – GIOVANNI CATALANO, “Canti e cunti”
2014 – MARIA CHIARA QUARTU, “Raggiungevamo il cielo sognando quel domani”
2015 – PIETRO VIZZINI, “Sono le parole – Poesie”
2016 – NINA ESPOSITO, “Tra oggi e ieri – Poesie”
2017 – CARLO SORGIA, “Malia mi assale – Poesie”
2018 – LILIANA MOREAL, “Diversamente…? – Poesie”
2019 – MIRELLA DE CORTES, “Ti tenzo in su coro (Ti ho nel cuore) – Poesie”
2020 – LOREDANA BORGHETTO, “Tempi così e sincronie in volo – Poesie”


È COSÌ ARTICOLATO IL CAMMINO DI NOVE ANNI DI QUESTO CONCORSO
"Libri di-versi in diversi libri”, con ogni edizione dedicata ogni volta ad un poeta scomparso anzitempo...
I vincitori sono spesso stati una sorpresa anche per noi, effetto senz'altro dell'automatismo di un voto disinteressato e inoppugnabile di giurati che ogni anno sono sempre stati in maggior numero poeti, per l'onere – e l'onore – di far parte, per ciascun vincitore di ogni edizione, della Giuria del Concorso.
PER ULTERIORI INFORMAZIONI:
http://www.libreriaeditriceurso.com/di...versilibri.html

Per saperne di più:

EVENTI E ACCADI...MENTI DA SEGUIRE
GIORNO PER GIORNO


 NOVITA' NELLE NOSTRE PAGINE

CERCA
nel sito con

SEGNALA il nostro sito
il nostro sito


Urso-Avola

 

 

Torna su...