Benvenuti sul sito della Libreria Editrice Urso, dal 1975 un angolo di cultura ad Avola. Novità del mese Offerte del mese Acquista per informazioni LIBRI SU SIRACUSA
(oppure di autori siracusani, o sul territorio di Siracusa)

Immagine
SPAZIO A CURA DELLA
LIBRERIA EDITRICE URSO

e-mail info@libreriaeditriceurso.com
vedi Catalogo Libreria Editrice Urso
Catalogo aggiornato
scarica IN PDF
scarica IN WORD


Secondo la tradizione fu la seconda colonia greca nell'isola. Nel 734 a.C. nacque infatti sull'isoletta di Ortígia. Il nome fu derivato da quello di una vicina palude, Syraka. Le discordie interne tra nobili e popolo, e l'espulsíone dei primi, diede l'occasione a Gelone, tiranno di Gela, di impadronirsi di Siracusa. A lui si dovette la floridezza e l'ampliamento sulla terraferma della città. Dopo la vittoria di Gelone sui Cartaginesi ad Imera, Siracusa divenne la principale città della Sicilia. Gli successero il fratello Ierone, valoroso e più tardi il fratello Trasibulo. Questi fu espulso dai Siracusani che si diedero un governo democratico. La città dominava ora su quasi tutta la Sicilia, e ciò gli valse la rivalità di Atene che fu comunque sconfitta in una grandiosa battaglia navale nel 414 a.C.. Nel 405 i Cartaginesi minacciarono la città, la quale presa dal panico si diede in mano a Dionigi. Questi concluse la pace con i Cartaginesi ed eresse poi grandiose opere di fortificazione che difesero la città alla ripresa delle ostilità. Dionigi abbellì Siracusa con splendidi monumenti, ampliò il porto e affermò la propria supremazia su tutta la Magna Grecia. Alla morte di Dionigi ci fu un periodo di confusione di cui approfittò Agatocle per impossessarsi del potere. Questo crudele e odiato tiranno rese la città potente quasi quanto lo era al tempo di Dionigi. Un periodo dì oscure tirannie e alterne alleanze ora con Cartagine ora con Roma seguì alla morte violenta di Agatocle, finché, nel 212 a.C. fu definitivamente sconfitta e saccheggiata dai Romani. La successìva storia della città è intessuta di alti e bassi. Le dominazioni comuni alla Sicilia toccarono anche Siracusa, che non raggiunse però mai più la passata potenza.

Home Page | Segnaliamo | COMPRA |LIBRI SU NOTO |LIBRI SU PACHINO |Autori siciliani | LIBRI SU AVOLA

 

 

La passeggiata
Friedrich Christian Delius
La passeggiata
da Rostock a Siracusa

1998, 16°, pp. 190
8,00acquista

 

Con lo stesso progetto già realizzato dal suo conterraneo Johann Gottfried Seume nel 1802 che a piedi giunse sino a Siracusa, un cameriere di Rostock, su quelle stesse tracce del suo illustre predecessore raggiunge a piedi nel 1988 la città siciliana e poi, fatto strano per quel tempo, fa ritorno nella sua terra allora inglobata nella Germania dell'Est, da cui si fuggiva per non farvi ritorno.

copertina

Vittorio Belfiore
Come giovani aquile
Siracusa e siracusani
Nella Grande Guerra 1915/'18

2015, 8°, pp. 192
€ 15,00acquista

per saperne di più

 

torri
Alessandro Bovo
Le Torri di Siracusa
e la difesa della città
1999, 8°, pp. 110, ill.
13,00
acquista
Il libro rivela e riscopre antiche Torri collocate sia in disperse zone rurali, che in centri abitati della città di Siracusa; e ne svela segreti, strategie di difesa e storie umane tramandate attraverso i secoli da vetusti documenti

 

 

 

Emilio Prazio
Emilio Prazio
1897-1977
Artista e scultore del ferro battuto
2001, 8°, pp. 192, ill.
38,73
acquista

[...] Il nome di Emilio Prazio è legato alle memorie dell'ultima stagione di una civiltà artistica interprete della corale esigenza di bellezza nella quotidianità, che storicamente ha condotto un percorso parallelo a quello delle grandi manifestazioni dell'arte e dell'architettura dell'Occidente.

I Siracusani
I SIRACUSANI
Agosto settembre ottobre 2005
Anno IX n. 52, € 5,00
acquista
In questo numero articoli su:

Quel barocco di un treno, Profilo botanico della Latomia dei Cappuccini, Le nostre farfalle, La cripta di San Marziano, Luigi Bernabò Brea nei miei ricordi, Cu manca sarà sospettu.

Angelica Mosto - Sabrina Nastasi, Il complesso conventuale di S. Lucia extra moeniai a Siracusa, 1998, pp. 56, ill., € 7,00acquista

complessodescrizione:  La scelta di dedicare questa monografia al complesso conventuale di S. Lucia extra moenia è stata dettata dalla stretta connessione che esso ha con il "sacro sito" di sepoltura della martire siracusana e dall'importanza del ruolo che ha assunto nella storia politica e religiosa della città. Si tratta di uno dei primordiali insediamenti monastici e ciò che lo distingue in qualche modo dagli altri casi siracusani è il fatto che non venga ricordato tanto per gli ordini religiosi che vi si sono succeduti, quanto per il valore simbolico che l'intero complesso ha assunto nei secoli; ne è testimonianza la funzione di "custodi" del sepolcro assegnata alle comunità dei frati che vi abitarono dai governi cittadini. Ancora oggi continua ad essere questo il compito principale dello sparuto numero di religiosi che occupano l'attuale convento, solo una minima parte dell'edificio originario demolito nei primi decenni del nostro secolo.

Carmelo Miduri, Dal vostro corrispondente, 1988, 8°, pp. 200, ill., €uro 12,91 acquista

dal vostro corrispondentedescrizione: 
La fatica di essere solo un "testimone", un cronista che racconta fatti e personaggi. Fare il giornalista in "provincia" è certamente più difficile che altrove.
Dal vostro corrispondente è in parte una testimonianza dal vivo di questa amara realtà e una raccolta di fatti, di storia in pillole, di una parte della Sicilia, attraverso "pagine di periferia".

Carmelo Miduri è nato ad Augusta (Sr) nel 1951.

Giuseppe La Rocca ( a cura di ), Siracusa - Itinerario Storico per Immagini ( Cartella di 44 schede), 1998, ill.,14,00acquista

siracusadescrizione:  Questa che fu un tempo la città più famosa d'Europa per ricchezza, potenza, cultura - la più vasta del mondo greco - che aveva un'area maggiore di quella di
Roma fra le mura di Aureliano e poco minore di quella che ebbe Parigi sotto Napoleone III - quella Siracusa contro cui si spezzò la potenza di Atene, e a cui rimase per secoli legata la sorte della Sicilia, da ogni parte della quale accorreva gente a stabilirvisi come in una metropoli inespugnabile, predestinata al dominio del mondo -, non è più che una piccola città ristretta in quella piccola Isola d'Ortigia
(E. De Amicis - Ricordi d'un viaggio in Sicilia - Giannotta, 1908).

Welcome | Poesia Araba Fenice | Mneme | Iconografica
I quaderni dell'Orso | Fuori collana |

Recuperata
| Opera prima | Cammini
Novità Edizioni Urso | Offerte del mese

iscriviti alla ''Mailing List''

banner urso

SEGNALA il nostro sito
Libreria Editrice Urso
info@libreriaeditriceurso.com

Torna su...