Benvenuti sul sito della Libreria Editrice Urso, dal 1975 un angolo di cultura ad Avola. Novità del mese Offerte del mese Acquista per informazioni
SPAZIO A CURA DELLA
LIBRERIA EDITRICE URSO
CORSO GARIBALDI 41 96012 AVOLA

e-mail info@libreriaeditriceurso.com
vedi Catalogo Libreria Editrice Urso
Catalogo aggiornato

scarica IN PDF
scarica IN WORD

DAVIDE SCAMPORLINO


novità

Dal 29 novembre 2011 in libreria

 

 

copertinaFotoDavide Scamporlino
Ciò che un cuore, in continuo andare, sente di dire
2011, 8°, pp. 56,
9,00
acquista
ISBN 978-88-96071-41-0

 


PER UN CUORE IN CONTINUO ANDARE...


Interessato alla letteratura ed alla poesia per passione, ma anche a testi di natura politica per curiosità e principalmente per capire il mondo che lo circondava, in piena adolescenza gli viene a mancare un’adeguata comunicazione con i coetanei: il dialogo non poteva reggere il confronto, per cui spesso si trovava a conversare con il nonno materno, anche se in termini di scontro. Così ha cominciato a scrivere per mancanza di qualcuno con cui discutere determinati argomenti, impegnativi per quell’età. Profondo, contrastante, a volte confuso appare il suo io: carità, tenerezza, amore convivono spesso bellicosamente con astio, risentimento, paure; sono due anime – il filantropo e il misantropo, Castore e Polluce (come dice il nostro) – che torturano la sua mente confusa e meschina, ma in continua ricerca di amore e dolcezza, nascosti nel profondo. I segreti della sua anima scorrono in fogli silenti, unici suoi interlocutori, unici suoi amici in quei momenti in cui è costretto a scrivere per non morire. È la delusione del giovane che finalmente ha trovato il coraggio di varcare il “cancello”, che tanto aveva osservato dalla finestra, al di là del quale c’era la maturità dell’uomo, che si lancia nella vita, in quella vita in cui valori come amore, generosità, solidarietà, rispetto, che lo avevano avvolto come una candida nuvola nel nido familiare, stentavano ad attuarsi. Il contatto con una realtà ostile lo disorienta ancora di più, così incarna la lotta dei giovani d’oggi contro una società, volta a negare i più elementari diritti: il lavoro, la formazione di una propria famiglia. Ideali e valori diventano utopie; così resta a fissare ciò che di orribile si è costretti ad ingoiare, vittime di una guerra silenziosa, che non lascia macchie di sangue sulla strada, ma che rende schiavi, senza libertà, ubbidienti a ciò che coloro, i quali siedono comodamente sulla poltrona in attesa di essere serviti, reputano giusto: sfruttare chi fa di tutto per un tozzo di pane, per non morire. E allora? resistere e lottare per essere se stessi, senza mai cedere alla corruzione. Ma come? Vivere scegliendo con raziocinio, sognando per non morire dentro, ascoltando con sincerità, lottando per ciò che è giusto, sperando per non fermarsi mai, riflettendo per conoscere il proprio io in evoluzione, pazientando per non sbagliare, studiando per aiutare se stesso e gli altri. Ma nel pessimismo del suo scrivere “maledetto” spesso fiducia, amore, amicizia sembrano essere divorati dal mondo di finzioni in cui si vive. Ma, a questo punto viene da chiederci: che ruolo ha la fede? C’è, ma il pessimismo ha preso il sopravvento anche su di essa, il contatto con la realta come ha sfaldato i valori, così ha indebolito la fede. Un mondo in cui l’incoerenza, la contraddizione tra ciò che viene insegnato e ciò che si fa, confonde gli animi, mette a dura prova anche la fede, gli interrogativi diventano insaziabili, e l’unica certezza sembra il non-sapere, che però non appare assoluta, in quanto si può migliorare mediante studio e ricerca continui per poi approdare alla verità. Purtroppo ciò avviene solo quando l’artista che è in noi e che non tutti sanno di possedere, riesce a vedere al di là delle apparenze, a capire il senso profondo dell’essere, della vita, dell’altro; solamente sensibilità, volontà e coraggio possono tirarlo fuori e far sì che non si inabissi nel baratro dell’incoscio. Sentimenti ed emozioni, angoscia e gioia, introspezione inattiva, ma anche lotta per la ricerca della verità sono espressi con uno stile, in cui livello del significante e del significato sono simbiotici: versi brevi, che lasciano spazio nella pagina, mettono in evidenza la profonda solitudine, da cui il nostro si sente spesso avvolto come un cerchio, quando l’anima del misantropo – deluso – ha la supremazia, ergendo dinanzi a lui quel muro, che non lo fa essere se stesso; mentre ci troviamo dinanzi a versi più lunghi quando sembra che tale solitudine spezzi quel cerchio e si abbassi quel muro, che lo isola, per ritrovarsi accanto agli altri nella lotta. La sintassi è semplice quando semplici e chiari, o di eguale intensità, sono i sentimenti che l’autore comunica, o anche quando, deciso, chiaro e semplice è lo stato d’animo; mentre diventa più complessa, ipotattica, quando più confuso è il suo io o quando esprime la lotta per la ricerca della verità. Anche la punteggiatura viene asservita al messaggio più che alla sintassi: i puntini di sospensione esprimono sentimenti, che lasciano spazio all’intuizione del lettore per comprendere il messaggio che l’autore vuole comunicare senza dilungarsi troppo ed esulare dalla tematica essenziale del brano; punti esclamativi ed interrogativi, più volte ripetuti, lasciano intuire a volte incertezza, a volte il desiderio che dall’altra parte ci sia un risposta, chissà, affermativa per saziare questo cuore in continuo andare. Un tuffo nel mondo della giovinezza, ma quando essa esplode con tutti i problemi, che spesso amaregiano la più bella e più breve età. C’è tutta l’amarezza per l’incomprensione da parte del mondo degli adulti, molto spesso lontani e sordi, che impediscono con le loro regole lo sviluppo dell’essere, costringendolo in una forma da essi stabilita; ma anche l’amarezza di vivere in una società ostile, che rinnega i più elementari diritti. È il messaggio di un giovane, che tende la mano al mondo dei “grandi”, a volte superficiali, testardi, autoritari, incosapevoli del tesoro che si nasconde nei mendri più profondi della psiche giovanile, incapaci di tendere loro la mano impegnati, come sono, a mantenere machiavellicamente ricchezza e potere.


Maria Concetta Iacono

...desidero comunicarvi che sono proprio felice di come questa "squadra" (editore e poeta) abbia realizzato quest'opera prima.
Grazie ad entrambi per questa gioia.

Linda
copertinaCollana OPERA PRIMAacquista
C’è sempre un primo passo da fare per realizzare un proprio sogno e questa collana si addice a chiunque abbia un sogno nel cassetto, un desiderio da realizzare. Dare visibilità ad autori inediti è spesso uno dei più entusiasmanti compiti di un editore.
  1. Venerando Argentino, Le mie poesie, 2004, 8°, pp. 50, 7,00acquista
  2. Corrado Bono, Frammenti di luce, 2004, 8°, pp. 60, 7,00acquista
  3. Emanuele Tiralongo, La vita. Sogni ricordi e piccole riflessioni, 2004, 8°, pp. 52 – Esauritoacquista
  4. Antonio Rametta, Vento, 2004, 8°, pp. 68, 7,00acquista
  5. Roberto Dorato, Un incontro a primavera, 2005, 8°, pp. 82 – Esauritoacquista
  6. Enrico Alia, Poesii pi passatempu, 2005, 8°, pp. 80 – Esauritoacquista
  7. Maria Giovanna Mirano, Uomini Liberi, 20064, 8°, pp. 282 – Esauritoacquista
  8. Graziana Scaffidi, Momenti di poesia, 2005, 8°, pp. 48, 7,00acquista
  9. Linuccia Blanco, I sensi dell'anima, 2006, 8°, pp. 104 – Esauritoacquista
  10. Giovanni Manna, Un “pianeta” da (ri)scoprire. Gela: la mia, la tua, la nostra città, 2006, 8°, pp. 88, 10,00acquista
  11. Giuseppe Rosana, Finalmente mi sposo, 2007, 8°, pp. 88,  10,00acquista
  12. Emanuele Savasta, A una Venere appena sconosciuta, 2007, 4°, pp. 52, 15,00acquista
  13. Natalia Romano, I colori del silenzio – Racconti, 2007, 8°, pp. 88, 10,00acquista
  14. Tim Scrivello, Morire per la vita – Racconti, 2008, 8°, pp. 56, 10,00ISBN 978-88-96071-04-5acquista
  15. Salvatrice Pirreco, La nuvola che voleva andare sulla luna e altre fiabe, 2008, 8°, pp. 104, 15,00 – ISBN 978-88-96071-06-9acquista
  16. Paola Liotta, Del vento, e di dolci parole leggere..., 2009, 8°, pp. 88 – ISBN 978-88-96071-13-7– Esauritoacquista
  17. Fabrizio Demaria, Pelle – Racconti, 2009, 16°, pp. 112, 8,00 – ISBN 978-88-96071-14-4acquista
  18. Emanuela Strano, Le mie sane paranoie, 2009, 8°, pp. 88, 10,00 ISBN 978-88-96071-11-3acquista
  19. Emanuele Lombardo, L'eco del gusto, 2009, 8°, pp. 80, 12,50 – ISBN 978-88-96071-12-0acquista
  20. Mia, Io vampira, 2009, 8°, pp. 344, 19,00 – ISBN 978-88-96071-22-9 acquista
  21. Giovanni Parentignoti, Homo minor mundis (Poesie e prose), 2009, 8°, pp. 56 – ISBN 978-88-96071-24-3 – Esaurito
  22. Mariano Grillo, Non dirmi... Ci vediamo domani, 2011, 8°, pp. 56 – (in corso di stampa)
  23. Cettina Lascia Cirinnà, Poesie d'estate, 2011, 8°, pp. 96, 12,00 – ISBN 978-88-96071-38-0acquista
  24. Giulia Tiralongo, La corsa sul mare, 2011, 8°, pp. 240, 15,00 – ISBN 978-88-96071-39-7 acquista
  25. Davide Scamporlino, Ciò che un cuore, in continuo andare, sente di dire, 2011, 8°, pp. 56, 9,00 – ISBN 978-88-96071-41-0 – (in corso di stampa)
  26. Mariella Curcillo, Il trascorrere della vita, 2011, 8°, pp. 56, 9,00 – ISBN 978-88-96071-43-4acquista
  27. Salvatrice Catinello, Come potrò dire a mia madre che ho paura? (a cura di Roberta Malignaggi), 2011, 8°, pp. 120, 14,00, ISBN 978-88-96071-48-9acquista
  28. Mary Di Martino, Musica dell'anima, 2011, 8°, pp. 72, 12,00 – ISBN 978-88-96071-44-1 acquista
  29. Sebastiano Sirugo, La mia vita in mare, 2011, 16°, pp. 56, ill., 7,00 – ISBN 978-88-96071-54-0 acquista

EVENTI E ACCADI...MENTI DA SEGUIRE
GIORNO PER GIORNO


 NOVITA' NELLE NOSTRE PAGINE
Urso
Araba
Fenice
Poesia
della
settimana
Poeti e poesia Novità Edizioni Urso Catalogo Edizioni
Urso
Mneme Giovani scrittori Urla la tua
opinione
Archivio amici
artisti
Libri in
stampa
Novità in libreria
iscriviti alla ''Mailing List''
Archivio
nostri autori
Icono-
grafica
Concorsi letterari Link utili
Schede libri sulla Scuola Mafia?
No, grazie!
Collana
OPERA PRIMA
Libri viaggi turismo tempo liberato libri per tutti i concorsi Libri di cultura varia
Libri giuridici fiscali e tecnici
DIZIONARI

SEGNALA il nostro sito
il nostro sito


Urso-Avola