< LIBR'AVOLA - Appuntamenti con autori e opere della Libreria Editrice Urso Novità del mese Offerte del mese Acquista per informazioni per informazioni conten Acquista Offerte del mese Novità del mese
Logo Libr'Avola
Benvenuti sul sito della Libreria Editrice Urso, dal 1975 un angolo di cultura ad Avola.
Novità del mese Offerte del mese Acquista per informazioni
EDITORIA E VENDITA LIBRI AL DETTAGLIO VIA INTERNET
FacebookYouTubeTutto per Santiago de CompostelacontattaciTelegramlibreriaCatalogo aggiornatopaypal

ISBN 978-88-6954

INIZIATIVE REALIZZATE SENZA FINANZIAMENTI PUBBLICI

SABATO 28 GENNAIO 2012
nella Parrocchia Santa Maria di Gesù, Via Fontana - Avola
ulteriore incontro della manifestazione "Libr'Avola"
avente per oggetto la presentazione del libro
copertina
Salvatrice Catinello
Come potrò dire a mia madre che ho paura?
a cura di Roberta Malignaggi
2011, 8°, pp.
128
14,00 acquista
Collana O
PERA PRIMA
n.
27
ISBN 978-88-96071-4
8-9
Cominceremo alle 16,30
Interventi di:
Antonino Caldarella (Parroco della Parrocchia S. Maria di Gesù)
Salvatrice Catinello (Mamma del protagonista della storia di Claudio Macca)
Liliana Calabrese Urso (voce e chitarra)

coordinatore: Francesco Urso (Libraio-Editore)

Entrata libera e si può intervenire nel dibattito.
Iniziativa gestita rigorosamente senza intervento di finanziamenti pubblici
evento prossimo

locandina presentazione libro Roberta Coffa

 

copertinaRoberta Coffa
Esiste il diritto di morire?
201
1, 8°, pp. 112 acquista
€ 15,00
- Collana ASSAGGI n. 1

ISBN 978-88-96071-47-2

Bioetica, diritto, religione, morale, politica. Questi i campi toccati dalla giovane scrittrice, che affronta scottanti argomenti quale quelli del cosiddetto ‘testamento biologico’ e dell’eutanasia, temi della difficile discussione politica attuale, divisa fra laici e cattolici. Al centro, l’opinione pubblica, “sempre più sondata e sempre meno informata”. E’ possibile ricostituire un dialogo tra le parti che tenga conto dei diversi, e molto spesso confliggenti, interessi in gioco? L’autrice ripercorre, tentando di ritrovarne una base giuridica ed etica, i numerosi interrogativi che, a tutt’oggi, non trovano ancora una risposta soddisfacente: esiste o no il diritto di morire con dignità? Esiste o no il diritto di rifiutare le cure non desiderate? Quali sono, e se ci sono, i confini fra diritto ed etica, fra libertà personale e paternalismo medico? E’ giusto o no che la Chiesa intervenga nel dibattito politico circa le scelte di fine vita? E qual è il ruolo dello Stato italiano dinanzi a tutto questo? Dalla questione squisitamente giuridica ad una discussione etica e culturale, per riflettere su temi estremamente delicati quali quelli della vita e delle morte.

locandina

APPUNTAMENTO di LIBR'AVOLA
VENERDI' 30 APRILE 2010 ALLE 19,00

All'ordine del giorno la presentazione del volume di Giovanni Priolo
dal titolo ''Teatro d'Avola in Provincia di Siracusa'',
appena pubblicato dalla Libreria Editrice Urso.

Intervengono l'editore Francesco Urso
e il Presidente della Pro Loco di Avola, rag. Giuseppe Corsico.
INTERVENTI MUSICALI:

Antonino Artale alla chitarra
Liliana Calabrese voce e chitarra

locandina

CONCLUSO L'APPUNTAMENTO DI LIBR'AVOLA
di sabato 27 MARZO 2010
nel Salone del Centro Culturale Giovanile di Avola, ingresso da Viale La Pira

Emanuela Strano, Mia Vinci,
Antonino Causi e Giovanni Parentignoti
gli autori protagonisti dell'evento

Nel corso della serata è stata premiata con una pergamena
la poetessa Olga Amoddio, la cui poesia dal titolo U peri r’auliva 
è stata dichiarata Poesia regina della primavera del 2010
nel corso della manifestazione Dalle otto alle otto
tenuta ad Avola il 20/21 marzo 2010
Giusy Cancemi ha presentato il concorso letterario Inchiostro e anima 2010/2011,
in memoria dell'artista avolese Antonio Caldarella.


(foto lilianaCalabrese&CorradoBono©marzo2010)

Locandina manifestazione LIBR'AVOLA prevista il 27 marzo 2010


Alle ore 18,00 di sabato 16 gennaio 2010
nel Salone Maria Ausiliatrice, Via Bellinzona, di Avola

copertina Van Doornecopertinastraordinariamente concesso dalla Parrocchia di Santa Venera
Salvatore Adamo e Sebastiano Burgaretta presentano due volumi di fra Ugo Van Doorne per la manifestazione culturale mensile''Libr'Avola'' promossa e organizzata dal libraio editore Francesco Urso.
I volumi dal titolo ''L'eremita si racconta'' e ''Francesco uomo veramente cristianissimo'' sono stati entrambi pubblicati dalla Libreria Editrice Urso nella collana ''Cammini''.
N.B.: INIZIATIVA REALIZZATA SENZA FINANZIAMENTI PUBBLICI

Locandina


locandina


LIBR'AVOLA: CONCLUSO L'ULTIMO APPUNTAMENTO DEL 2009
DUE AUTORI HANNO PRESENTATO DUE AUTRICI


5_12_2009
Conclusosi felicemente l'ennesimo appuntamento di ''Libr'Avola'' di sabato 5 dicembre 2009 promosso e organizzato dal libraio editore Francesco Urso nel salone conferenze del Centro Giovanile e Culturale di Via Mattarella ad Avola.
Gli scrittori Nino Muccio e Salvatore Di Pietro, nello spirito dell'iniziativa, dedicata ogni mese da ottobre a giugno di ogni anno a incontri su autori e opere della libreria Editrice Urso, hanno presentato due nuove autrici nel campo della poesia e della narrativa.
Il prof. Nino Muccio, autore del romanzo ''L'Ammiraglio e l'America'', ha presentato ''Un po' di me attraverso il mare'', l'opera prima poetica di Giusi Cancemi, avolese di nascita, ma residente a Marzamemi e attaccata amorevolmente all'altra citta' vicina, Portopalo di Capo Passero, comune piu' a sud d'Italia, dove nel Salone ''Don Bosco'', nello scorso 13 settembre per la manifestazione ''LIBRIPORTOPALODICAPOPASSERO'' lo stesso Muccio e altri artisti, musicisti e poeti si erano occupati della prima presentazione del medesimo libro.
Di Pietro assieme alla scrittrice RomanoIl prof. Salvatore Di Pietro, autore con la Libreria editrice Urso del saggio ''I perche' del nostro dialetto'' e della raccolta di racconti ''Nella valle dell'ozio'', ha presentato ''I colori del silenzio'', i racconti di Natalia Romano, anche lei alla prima opera, autrice di racconti di grande impegno narrativo su temi scottanti della quotidianita' e spesso su condizioni limite di esistenza.
E' seguito un interessante dibattito in cui sono intervenuti Benito Marziano, Graziella Schirina', Leonardo Miucci e la giovanissima Erica Coffa di anni 12) che in appena quaranta minuti ha saputo leggere in sala tutti i racconti della Romano e ne ha insolitamente parlato, meravigliando il pubblico per la straordinaria capacita' di lettura e di sintesi.
Tutti gli autori intervenuti hanno condiviso l'attenzione alla scrittura altrui, spirito di altruismo che nelle intenzioni dell'editore e' da incrementare e condividere. La manifestazione e' stata inoltre caratterizzata anche dal desiderio di imporsi nel territorio all'attenzione degli spiriti sensibili, nonostante tutte le difficolta' del tempo presente, nonostante la disattenzione della stampa quotidiana locale e il disinteresse verso i temi della cultura senza fronzoli dei cosiddetti addetti ai lavori. In quest'opera di necessaria divulgazione di questo tipo di eventi si sono riconosciuti utili tutti i sistemi di comunicazione, a cominciare dal tradizionale passaparola, ai moderni mezzi di Facebook, Myspace, e-mail, siti internet e quant'altro ancora (sempre nello spirito di liberta' e di indipendenza dai finanziamenti pubblici).
Nella corso della serata si e' parlato di altri autori della libreria Editrice Urso, come ad esempio dell'indimenticabile Giuseppe Schirina', della poetessa Carmela Monteleone e, infine, di opere recenti, come ''Memoria aggiunta'' di Giovanni Stella e di altre opere prossime alla pubblicazione, come ad esempio dei volumi di poesie dell'avolese-netino Giovanni Parentignoti e del palermitano Antonino Causi nonche' del romanzo 'Io, vampira' della netina Mia Vinci.
Liliana Calabrese, come sempre applauditissima, ha cantato varie canzoni da lei scelte opportunamente e collegate alle poesie e ai racconti oggetto della manifestazione.
A fine serata ci si e' dati appuntamento al successivo evento previsto il 29 dicembre prossimo, sempre nello stesso locale avolese avente per tema ''Le ragioni della lettura e della scrittura attraverso gli autori della Libreria Editrice Urso'', con estensione degli interventi e del dibattito agli ospiti che interverranno, in attesa dell'ulteriore appuntamento di ''Libr'Avola'' previsto a Gennaio 2010.

Francesco Urso

(Foto di Liliana Calabrese. Sulla foto in alto a destra si vede la piccola Erica Coffa, figlia della poetessa Giusy Cancemi, che si disenteressa di tutto quello che le accade intorno e legge, presa della lettura del libro di racconti di Natalia Romano).

RELAZIONE di Nino Muccio Ascolta
RELAZIONE di Salvatore Di Pietro Ascolta


Per l'ennesimo appuntamento mensile di Libr'Avola
con le opere e gli autori della Libreria Editrice Urso,
in questa occasione abbiamo presentato l'opera prima poetica
di Paola Liotta dal titolo Del vento, e di dolci parole leggere.
Ottimi interventi di Nerina Bono, Elio Di Stefano,
Salvatore Salemi e Benito Marziano.
Nel corso della serata acrostico creato e dedicato a Paola Liotta
da Corrado Bono, autore del libro Frammenti
con la nostra casa editrice e anche di queste splendide foto
LiliananuovoAscolta la canzone L'incanto cantata da Liliana Calabrese
nel corso di Libr'Avola del 24 ottobre 2009

Locandina per Paola Liotta


locandina per incontro a Portopalo

             
Le foto di Corrado Bono della presentazione del libro ''Pelle'' di Fabrizio Demaria
per l'incontro di Libr'Avola effettuato sabato 22 agosto 2009 alle 20,00
nei locali del centro Giovanile e Culturale di Avola

AscoltaASCOLTA

La relazione di Antonio Sichera



L'intervento di Fabrizio Demaria

alla presentazione
di Pelle - Racconti
di
Fabrizio Demaria
(Libr'Avola 22 agosto 2009)

Fabrizio Demaria, PELLE - RACCONTI
2009, 16°, pagine 112 - Collana OPERA PRIMA n. 17,
acquista
ISBN 978-88-96071-14-4

         Libr'Avola Demaria
                            
Venerdi' 15 maggio 2009 dalle ore 18,00 gli scrittori Tim Scrivello,
Giovanni Bartolone e Salvatrice Pirreco con l'editore Francesco Urso,
con l'intervento di Paolo Pantano, di Benito Marziano, Vincenzo Belluomo,
di Dorotea Caldarella, del giovanissimo Salvatore Amato
e delle canzoni e della chitarra di Liliana Calabrese,
hanno piacevolmente intrattenuto gli amici veramente interessanti
in una gradevolissima e libera conversazione nei locali del Centro Culturale e Giovanile di Avola.
Della serie, "Non è bene dire che non succede nulla di buono"...

©2009-Foto e filmati di Pippo Carusofoto Pippo Caruso

 

libravola maggio 2009


Avola 1943... Prima
inglesi

Il carretto, la pergola ("preula", tipica ad Avola) e le tegole non riescono ad annullare, con la loro straordinaria poesia la tragicità del momento, coi soldati italiani buttati lì casualmente...
Avola 2009... Adesso
inglesi

Le macchine sistemate casualmente nel tipico disordine urbano, sostituiscono i cadaveri della foto di sinistra; i colori di discutibile gusto hanno preso il sopravvento su tutto, in ogni senso. Nessuna poesia vien fuori ...se non fosse per qualche nuvola, identica ad allora, nel cielo.
(...) Secondo quanto si disse allora, i fucilieri, poco prima, deviando all'altezza della via Venezia, erano penetrati nel cortile a destra nel quale erano stati sistemati gli uffici di un presidio militare. Arresisi i pochi militari rimastivi all'interno, i nemici li fecero uscire ed allineare nella corte e, invece di farli prigionieri secondo la Convenzione di Ginevra, li falciarono tutti.

Italico L. Troja in La città di Avola nella seconda guerra mondiale (1940-'45), Avola 1998


Libr'Avola
Tutta (o quasi tutta...) la registrazione video-audio
dell'incontro dedicato a Nino Muccio
parte prima - parte seconda - parte terza

Le foto di LIBR'AVOLA del 28 febbraio del 2009

(Presentazione di L'Ammiraglio e l'America di Nino Muccio

perMuccio


Sabato 28 febbraio 2009 alle 18,00 in Via Antonino D'Agata (nei locali dell'Associazione 'Soleamaro') la Libreria Editrice Urso di Francesco Urso e L'associazione 'Soleamaro' di Avola hanno organizzato l'appuntamento mensile di 'Libr'Avola', avente per tema l'opera prima di Nino Muccio ''L'Ammiraglio e l'America''.
La serata è stata aperta da una breve introduzione del libraio editore Francesco Urso, a cui sono seguiti diversi interventi (Benito Marziano, Sebastiano Burgaretta, Leonardo Miucci, Michele Urso, Angelo Fortuna, Maria Grazia Restuccia), con la lettura di brani da parte di Donata Munafò ed Erminia Gallo ed esibizione musicale di Salvo Campisi (Presidente dell'Associazione ''Soleamaro''), di Pippo Puma, di Sebastiano Bell'Arte, Angela Muccio e Liliana Calabrese Urso).

Locandina Libr'AvolaLibr'AvolaPresentazione libro di Baldassare Cuda
sabato
8 novembre 2008 ore 18,00
Sala Centro Giovanile Via Piersanti Mattarella - Avola
RIPRENDONO SABATO 8 NOVEMBRE 2008 alle 18,00
gli appuntamenti mensili della manifestazione
chiamata dal promotore Francesco Urso "LIBR'AVOLA".
Questi incontri si svolgono una volta al mese
fino a giugno di ogni anno
in locali pubblici tradizionalmente offerti dal Comune di Avola.
 
Alla riuscita dell'incontro di novembre collaborano
la Libreria Editrice UrsoLogo Urso
e l'Associazione 'Acquanuvena' di Avolalogoa Acquanuvena
Baldassare Cuda
Quando la terra era di tutti.
Gli “Usi Civici” ad Avola
2008, 8°, pp. 224, ill., € 25,00
acquista
ISBN 978-88-96071-00-7
Collana Territorio e memoria - Associazione Acquanuvena N. 1
 


Liliana Calabrese Urso interpreta
"Grazie alla vita" di Violeta Parra
a conclusione della manifestazione
LIBR'AVOLA del 17 maggio 2008

Il libraio editore Francesco Urso
introduce l'appuntamento del 17 maggio
di Libr'Avola dedicato agli autori
Carmela Monteleone e Angelo Rullini
Miucci
Muccio
Libra'vola
nel Salone comunale di Avola con Giorgio Guarnaccia e Roberto Rubino
su Angelo Rullini e su Carmela Monteleone

Foto Pippo Caruso e Corrado Bono

17 maggio 2008 23 febbraio 2007


libr'AvolaLibr'Avola

 

A ricordo dell'ultimo incontro del 23 febbraio 2008
alcuni video da scaricare avente per oggetto
l'opera poetica di Corrado Bono e di Benito Marziano

©2008-Foto e filmati di Pippo Carusofoto Pippo Caruso

TavoloMarzianotavolo

VIDEO
- Marziano recita Sisifu
VIDEO - B. Marziano recita A farfalleddha
VIDEO - B. Marziano legge Ieri
VIDEO - B. Marziano recita Ciovi
VIDEO- B. Marziano recita Cantu 'i cicala
VIDEO - B. Marziano recita La vendemmia
VIDEO- B. Marziano recita Le mani

 

«I perché del nostro dialetto» e «Nella valle dell'ozio» di Salvatore Di Pietro, «Ad una Venere appena sconosciuta» di Emanuele Savasta, sono stati i tre libri presentati nei giorni scorsi presso la sala consiliare del Palazzo di città nell'ambito degli appuntamenti mensili organizzati dalla Libreria Editrice Urso. Due autori, due profili completamente diversi, accomunati dalla passione dello scrivere che si è tradotta in tre progetti editoriali promossi dalla locale casa editrice tesa in uno sforzo di scoperta della intellighenzia di una realtà spesso trascurata, talvolta avamposto della cultura mediterranea. E se «I perché del nostro dialetto» risponde al desiderio di Salvatore Di Pietro di fissare, prima che scompaia del tutto, una lingua, il siciliano, che ha subito numerose mutazioni fonetiche determinate proprio dalle varie contaminazioni anche socio economiche, «Nella valle dell'ozio», una raccolta di racconti brevi, risponde quasi ad una terapia autoimposta che consente all'autore di ritrovare in questo spazio quasi metafisico,pubblico la valle dell'ozio per l'appunto, la dimensione del sé. Diversa è la valenza del libro di Emanuele Savasta, una silloge di poesie arricchita da una serie di fotografie che illustrano le immagini suggerite dai versi, il cui titolo, che racchiude il significato dell'opera, è volutamente ambiguo. Si tratta di liriche dedicate alle donne che hanno come comune denominatore l'amore in tutte le sue più ampie sfaccettature. Nasce- come ha confessato lo stesso giovane autore- dal mio sogno di vivere per le donne e con le donne». Il prossimo appuntamento, che ha l'obiettivo di promuovere non solo l'opera, ma anche l'uomo nello sforzo, come dice lo stesso Urso «di superare l'accerchiamento dall'isolamento culturale», è previsto per il 23 febbraio con Corrado Bono e Benito Marziano.
GABRIELLA TIRALONGO
in La Sicilia di venerdì 1 febbraio 2008

 

Lilianavediascolta e guarda i filmati!

Liliana Calabrese Urso

canta Paisi Miu (6 MB)
e I pirati a Palermu (22,7 MB)

tre autorivediascolta e guarda i filmati!

Salvatore Di Pietro (10,4 MB)

Alessandro Caldarella (8,3 MB)

Foto e filmati
di Pippo Carusofoto Pippo Caruso

Antonio CaldarellaRIFLETTORI SUL VALORE DELLA POESIA
MANIFESTAZIONE “LIBR’AVOLA” 
AL MUNICIPIO DI AVOLA IL PRIMO DI UNA SERIE DI INCONTRI CON AUTORI LOCALI

Si inaugura oggi, presso la sala consiliare del Palazzo di Città, alle 17,30, il primo di una lunga serie di incontri dedicati alle opere e agli autori locali che hanno condiviso le attività culturali che ruotano attorno alla libreria Editrice Urso. A dare il via a questa nuova esperienza, un po' diversa dai soliti schemi e libera da condizionamenti, che ha come obiettivo fare emergere la memoria storica di una città e le intelligenze locali, sarà Antonio Caldarella, poeta, attore, regista di cui verranno presentate due raccolte di poesie, la più recente "Detto fra noi", la cui veste grafica è arricchita dei bozzetti sempre dello stesso autore, e "La luna sfogliata dal vento", pubblicata nel 1991. Dopo un lungo silenzio Antonio Caldarella riprende a scrivere, partendo proprio dal suo vissuto, spesso doloroso. E in questo percorso, quasi catartico, Antonio ritrova se stesso e il piacere di rapportarsi con gli altri. Il lettore diventa colui che ascolta il suo intimo sentire, le sue angosce, ma anche il riscoperto piacere della vita e dell'amore, nonostante "In tanti se ne sono andati, alcuni in silenzio, altri gridando...". E' stata la nipote ad averlo stimolato a riprendere a scrivere, il gusto e il piacere provato dalla bambina nell'odorare divertita il profumo della carta fresca di stampa lo ha indotto a riflettere sul valore del libro. "Ho deciso - (è questo vero cambiamento fra la prima raccolta e l'ultima) - di non rapportarmi più sull'esercizio poetico stilistico, ma solamente sulla vita quotidiana, ho voluto affrontare i grandi temi attraverso il vissuto, sperimentando
formule letterarie adatte all'emozione condivisa". "In un momento in cui il libro sembra essere sempre più estromesso dalla vita di ciascuno, è interessante scoprire cos'è che rende privilegiato questo rapporto tra la lettura e la scrittura e viceversa, si deve leggere e scrivere, e solo scrivendo si può leggere meglio", commenta l'editore Francesco tirso. "Riprendere a scrivere un libro, nel senso di oggetto, in una empatia con il libraio indipendente, è stato stimolante, aggiunge Antonio Caldarella -. Cacciare fuori il dolore è stata un po' come l'altra parte della cura, quella dell'anima. E' stato importante ricominciare a condividere con gli altri i propri sentimenti, cosa che la malattia, soprattutto nella prima fase, aveva negato".
Gabriella Tiralongo
in "LA SICILIA" 22 dicembre 2007

Conoscere il poeta significa conoscere le parole del poeta
così si è espresso Libero D'Agata, parlando di Antonio Caldarella


libravolaPRESENTATO IL 22 DICEMBRE 2007 PER LIBR’AVOLA
L’ULTIMO VOLUME DI POESIA DI ANTONIO CALDARELLA

“Detto fra noi” la recente raccolta di poesie di Antonio Caldarella, dedicata “di cuore, o meglio di polmone, al professore Umberto Veronesi” e agli altri della sua équipe per averlo “riportato sull’isola… che c’è” ha convinto e commosso  il pubblico intervenuto numeroso alla presentazione avvenuta sabato scorso presso la sala consiliare del Palazzo di Città. “La condivisione dello scrivere - ha commentato l’editore Francesco Urso che ne ha curato la pubblicazione - fa sentire meno difficile il cammino di quanti decidono di consegnare alla poesia le emozioni dell’anima. Questa esperienza ci fa sentire meno soli in una città dove spesso si ha successo senza cultura”. “Conoscere il poeta, significa conoscere le parole del poeta - ha esordito l’ingegnere Libero D’Agata nella insolita veste di relatore-non relatore dell’incontro. Il mare, l’acqua in movimento, la spiaggia, le dune, il vento sono gli elementi della poesia di Antonio che danno il senso della realtà in movimento, così come il buio, la notte, l’ombra, vissuti non in modo pauroso, danno l’idea che il buio non è mai totale, ma interrotto dalla luce. Ed ancora la presenza tattile, le dita, gli odori che si sprigionano potenti testimoniano una realtà, quella di Antonio, in continuo movimento, spesso improvvisamente diversa dalla premessa”. Tema dominante nelle domande e negli interventi del pubblico: chi è il poeta? cos’è la poesia? a cui Antonio Caldarella ha risposto con estrema sincerità e semplicità: “Presumo che il poeta sia una parte della persona, è un tramite, è quella parte di me che si esprime e che cerca di ribaltare il tempo”. Fra il pubblico anche il sindaco Antonino Barbagallo che ha voluto salutare l’amico di gioventù e compagno di studi: “Sono con voi col cuore al di fuori della politica, perché questa è una serata che parla della nostra città”.
Antonio Caldarella, poeta, drammaturgo, attore e regista, ha conseguito la laurea in Scienze Politiche all’Istituto Orientale di Napoli. Lavora in teatro, cinema e televisione dal 1977.
Con la Libreria editrice Urso ha pubblicato nel 1991 “La luna sfogliata dal vento” (1991) accreditata dalla prefazione di Jean-Paul Manganaro, noto traduttore e critico letterario, professore all’Università di Lille, già professore alla Sorbona di Parigi città dove vive.
Gabriella Tiralongo
In LA SICILIA del 28-12-2007

in libreriaSi è inaugurato il 22 dicembre 2007 il primo di una lunga serie di incontri pubblici
dedicati alle opere e agli autori della Libreria Editrice Urso di Avola.


C’erano una volta i libri

Una volta i libri erano al centro di ogni sistema di formazione. Senza i libri non poteva esserci educazione e crescita culturale. Una volta c’erano i libri; le case erano ricche di libri.

Poi, coi tempi moderni…

Si insegna senza leggere, si ha successo senza cultura, si ha il potere senza cultura e senza leggere.

E, invece, noi che abbiamo costruito tutto coi libri, noi che senza libri non sapremmo neanche immaginare la povertà spirituale che accompagnerebbe i nostri giorni, non riusciamo veramente a prefigurare il nostro vivere quotidiano senza la tensione continua verso l’infinito sapere.

Noi coi libri e la Libreria Editrice Urso

Forse in futuro non ci sarà separazione fra il leggere e lo scrivere e, forse, i pochi rimasti vicini ai libri leggeranno e scriveranno con coscienza e consapevolezza invidiabili. In fondo è vero che si scrive meglio, se si legge, e si leggerà di più, se si scriverà.

Nell’attuale situazione, in cui è forte l’immagine del deserto all’orizzonte, sono altrettanto forti le speranze, che sognatori e idealisti messi insieme, cerchino di dare un senso al loro vivere e una tensione alle loro idee, utilizzando la lettura e la comunicazione.

La nostra Libreria Editrice, al di là del ruolo esercitato sempre con impegno nel territorio e nel tempo, ruolo articolato in vario e originale modo, ultimamente anche attraverso moderni mezzi tecnologici di comunicazione, ha interesse ad amalgamare sempre più le migliori intelligenze emergenti in questo tempo e a promuovere, ancor meglio, opere e autori di cui si è occupata, come editrice, nel corso del trentennio della sua attività.

Ecco perché Libr’Avola

Libr’Avola intende proporre incontri mensili in locali pubblici di Avola con autori che, coniugando i libri con questa città, hanno condiviso la magia della nascita di un nuovo libro. Qui, nel Sud del Sud, da sempre ci sono stati ottimi esempi di cultura e di libri, per merito di intellettuali di cui possiamo brevemente parlare. Basti solo pensare a Michele Calvo Salonia, che nel 1500 faceva pubblicare i suoi libri a Venezia, a Beatrice Calvo, detta per la qualità delle sue poesie “la Fenice iblea”, al canonico Di Maria, all’esperienza dell’Accademia dei pastori Iblei, a Giuseppe Bianca, a Caldarella Tiberio, a Alfredo Perez, a Giuseppe Cappello, a Adele Bonincontro Cagliola, a Gaetano A. Gubernale e alle sue relazioni con tutta la cultura siciliana del suo tempo, a Giuseppe Rossi, a Teocrito Di Giorgio, a Alessandro Patti, a Sebastiano Troia, a Salvatore Ciancio, a Giuseppe Schirinà, a Salvatore Martorana, a Sebastiano Burgaretta, a Giorgio Morale, a Paolo Di Stefano, a Franco Caruso, a Corrado Tiralongo, a Giovanni Stella, a Carmela Monteleone, a Salvatore Di Pietro, a Annina Rizza, a Benito Marziano, ecc. ecc.

E così siamo arrivati in questo sommario excursus ai nostri autori…

EVENTI E ACCADI...MENTI DA SEGUIRE
GIORNO PER GIORNO

 NOVITA' NELLE NOSTRE PAGINE
Libreria Editrice Urso
Corso Garibaldi, 41 - 96012 AVOLA (SR) ITALIA
e-mail
info@libreriaeditriceurso.com per informazioni Acquista Offerte del mese Novità del mese
sito internet http://www.libreriaeditriceurso.com

Dal 1975 un angolo di cultura ad Avola
Araba
Fenice
Poesia
della
settimana
Poeti e poesia Novità Edizioni Urso Catalogo Edizioni
Urso
Mneme Giovani scrittori Urla la tua
opinione
Archivio amici
artisti
Libri in
stampa
Novità in libreria
iscriviti alla ''Mailing List''
Archivio
nostri autori
Icono-
grafica
Concorsi letterari Link utili
Schede libri sulla Scuola Mafia?
No, grazie!
A TAVOLA cucina siciliana e del Sud Libri viaggi turismo tempo liberato libri per tutti i concorsi Libri di cultura varia DIZIONARI


Urso-Avola

 

 

SEGNALA il nostro sito
vai all'inizio

 

il nostro sito